Rifiuti, traffico illecito tra Campania e Puglia

Redazione
24/01/2011

Nove persone arrestate e trasferite nel carcere napoletano di Poggioreale, altrettante indagate a piede libero, due impianti di recupero di...

Rifiuti, traffico illecito tra Campania e Puglia

Nove persone arrestate e trasferite nel carcere napoletano di Poggioreale, altrettante indagate a piede libero, due impianti di recupero di rifiuti, un laboratorio di analisi chimiche e 58 automezzi sequestrati. Questo il bilancio di una operazione dei carabinieri del Noe di Salerno che hanno scoperto un traffico illecito di rifiuti speciali non pericolosi, nell’ambito di una inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli . I due impianti sono stati sequestrati a Cava de’ Tirreni in provincia di Salerno e a Cerignola nel foggiano mentre il laboratorio di analisi ha sede a Salerno.
ALTRO SEQUESTRO NEL SALERINITANO. Nell’ambito di un’altra indagine la Guardia di Finanza di Salerno ha anche sequestrato un’area di circa 1.700 metri quadri illecitamente adibita a discarica a Palomonte. Nel terreno, i militari hanno trovato nascosti dalla vegetazione diversi rifiuti speciali pericolosi: carcasse di camion e mezzi agricoli, fusti di oli esausti, pneumatici e ferraglia.