Rimini, anziano muore in ospedale e la figlia lo scopre otto giorni dopo

Redazione
02/02/2024

Il 91enne era un paziente di una Rsa ed era stato trasferito in clinica per degli accertamenti. La sua famiglia è venuta a sapere del decesso per caso, e per questo ha sporto denuncia.

Rimini, anziano muore in ospedale e la figlia lo scopre otto giorni dopo

A Rimini un 91enne ospite di una Rsa è morto dopo essere stato trasferito dalla casa di cura in ospedale per accertamenti. Sua figlia, unica parente stretta, non sarebbe stata avvisata e nessuno dei parenti ha potuto raggiungere l’anziano al capezzale. La donna, residente a Cesenatico, non ha saputo nulla fino a otto giorni dopo e, tra l’altro, quasi per caso, per una telefonata della rsa che si informava della salute del padre. La vicenda è riportata da Qn-Resto del Carlino.

Potrebbero esserci dei risvolti sia penali sia civilistici

«Abbiamo lasciato all’autorità giudiziaria le eventuali ipotesi su cui basare un’indagine. I risvolti di questa vicenda potrebbero essere sia penali che civilistici con risarcimento del danno», ha dichiarato l’avvocato Angelo Soragni del Foro di Forlì Cesena, interpellato dall’Ansa. Il legale ha presentato una denuncia ai carabinieri di Cesenatico per la morte in ospedale a Rimini dell’anziano. «Il paziente era ricoverato in una Rsa in provincia di Rimini dal 2021. Era stato trasferito in ospedale, ma nessuno ha avvisato la figlia che è venuta a conoscenza del decesso del padre solo otto giorni dopo. L’uomo è deceduto il 15 gennaio, ma la comunicazione alla figlia è stata fatta solo il 23 gennaio. Assurdo pensare che non si possa dare una comunicazione tempestiva oggi, con i mezzi di comunicazione che ci sono a disposizione», ha affermato il legale.