A Rimini gli italiani fuggono dalla scuola con troppi stranieri

A Rimini gli italiani fuggono dalla scuola con troppi stranieri

La prima elemenTare composta solo da bambini di altrI Paesi in deroga alla normativa nazionale. La preside: «I genitori leggono i nomi e iscrivono i figli altrove».

15 Maggio 2019 15.32

Like me!

Via dalla scuola perchè ci sono troppi alunni stranieri. È lo spiacevole episodio andato in scena a Rimini, dove in un istituto addirittura tutti gli iscritti per frequentare la prima elementare sono bimbi stranieri per mancanza di italiani, andando così in deroga alla normativa che prevede il rispetto della proporzione del 30% massimo proveniente da altri Paesi.

«I GENITORI NON VENGONO NEMMENO AGLI OPEN DAY»

La notizia è stata riporta dall'edizione locale del Corriere di Romagna. «I genitori riminesi iscrivono i bambini in altre scuole. I genitori dei bambini italiani spesso non vengono nemmeno agli open day», ha spiegato la preside della scuola. «Leggono i nomi dei possibili compagni dei figli e, accorgendosi che sono quasi tutti stranieri, decidono di fare l'iscrizione in altre scuole».

«LA CLASSE INTERAMENTE STRANIERA È UNA SCELTA OBBLIGATA»

La classe interamente straniera, ha aggiunto parlando al quotidiano, è il risultato di «una scelta obbligata poiché non c'erano italiani in lista per l'iscrizione». Il ragionamento dei genitori, secondo la preside, è questo: «Se il loro bambino dovesse trovarsi in classe con compagni che hanno difficoltà a parlare italiano, la sua istruzione potrebbe risentirne». «Molto spesso, in realtà», ha detto la dirigente, «non è così. I bambini provengono da famiglie stabilizzate in Italia, che hanno già insegnato loro la nostra lingua. Non si immaginano che il bimbo che si chiama Ahmed magari sappia addirittura parlare in romagnolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *