Rioccupati i 320 dipendenti Omsa

Redazione
22/12/2010

Il 22 dicembre 2010 al Ministero dello Sviluppo economico si è tenuto un incontro sulla Omsa di Faenza, al quale...

Rioccupati i 320 dipendenti Omsa

Il 22 dicembre 2010 al Ministero dello Sviluppo economico si è tenuto un incontro sulla Omsa di Faenza, al quale ha partecipato tra gli altri il presidente della Regione Vasco Errani, che si è concluso, spiega una nota concordata tra le parti, con l’intesa di «definire un percorso da realizzarsi entro il 28 gennaio, data entro la quale dovranno essere verificate le condizioni per sottoscrivere un accordo per il riutilizzo del sito Omsa, con rioccupazione di almeno 320 lavoratori, di cui la maggioranza da impegnarsi in attività produttive e il restante in attività commerciali».
GARANZIE OCCUPAZIONALI. Al tavolo, spiega la nota, era presente la proprietà e un consulente finanziario che cura per la Golden Lady la cessione e la reindustrializzazione del sito. Istituzioni, impresa e sindacati hanno condiviso questo percorso che non potrà prescindere dai «seguenti punti irrunciabili: la garanzia occupazionale per le lavoratrici/lavoratori Omsa, assunta dell’impresa che dovrà presentare, realizzare e gestire il progetto industriale; le reciproche garanzie delle istituzioni locali e regionali, del Governo, di Golden Lady e dell’impresa subentrante, nonché delle organizzazioni sindacali affinché l’intero percorso abbia compimento entro il 28 gennaio 2011».
Nelle more della conclusione di questo accordo, sarà assicurata la continuità produttiva secondo le attuali modalita. La produzione dello storico marchio di calze proseguirà in Serbia, e per questo nei mesi scorsi c’era stato allarme per l’occupazione dei dipendenti.