Max Verstappen ha vinto il Gp di Germania di Formula 1

La Red Bull dell'olandese chiude davanti a tutti una gara folle, condizionata dalla pioggia. Vettel rimonta dalla 20esima alla seconda posizione.

28 Luglio 2019 17.14
Like me!

Il più solido sotto l’aspetto mentale, il più forte, almeno per un giorno. Max Verstappen vince il Gp di Formula 1 di Germania. Dopo aver fatto penare la Ferrari nelle qualifiche, Hockenheim se la prende anche con le Mercedes, con Valtteri Bottas che non termina la gara e Lewis Hamilton fuori dalla zona punti. E allora la Red Bull dell’olandese ha via libera per la vittoria, mentre il Cavallino perde per strada un Charles Leclerc strepitoso ma trova un Sebastian Vettel capace di una rimonta straordinaria dal 20esimo posto in griglia al secondo posto sul podio finale.

GP CONDIZIONATO DALLA PIOGGIA

Un Gran Premio folle, dove succede di tutto, reso imprevedibile dalle condizioni meteo, con la pioggia all’inizio e l’asfalto che si asciuga poi. Quattro o cinque pit stop per ciascun pilota e una partenza col giro di formazione fatto sotto safety car, prima di mettersi in griglia per capire che Lewis Hamilton mantiene la prima piazza mentre Max Verstappen si impantana e perde posizioni in avvio. Mentre il britannico si invola verso l’ennesima fuga solitaria, in sostanziale controllo anche sulle condizioni meteo, Charles Leclerc fa il diavolo a quattro. Vola in rimonta dopo la partenza dalla decima piazza causa problemi di affidabilità nelle qualifiche, si arrampica fino al secondo posto ed è il più veloce in pista. Poi finisce contro il muro al giro 29, insabbiato davanti a un cartello pubblicitario che celebra i 125 anni della Mercedes.

COMPLEANNO AMARO PER LA MERCEDES

Compleanno felice per la casa di Stoccarda? Tutt’altro, perché al giro 30 va lungo anche Hamilton, esattamente sotto gli stessi cartelloni, danneggia il muso e si deve fermare perdendo quattro posizioni. Ma i guai per il britannico non finiscono qui, perché c’è anche una penalità da 5 secondi da scontare e così, complice un altro errore, scivola fuori dalla zona punti. Una maledizione che si estende anche il suo compagno di squadra, che finisce fuori pista al 57esimo giro, sempre lì, e quelle celebrazioni cominciano a suonare decisamente beffarde.

VERSTAPPEN L’UNICO A NON SBAGLIARE

Tra una safety car e l’altra, l’unico a mantenere i nervi saldi e Max Verstappen, che si invola verso la vittoria mentre dietro di lui sembra potersi comporre un podio del tutto inedito con Daniil Kvyat e Lance Stroll. Ma c’è Sebastian Vettel, che all’ultimo giro completa la sua rimonta dal 20esimo posto iniziale e si arrampica fino al secondo. Per Kvyat, che lotta fino alla fine col tedesco, arriva comunque la gioia del terzo gradino del podio da dedicare tutta a Penelope, la figlia nata nella notte, mentre Stroll, beffato, termina quarto. Solo undicesimo, fuori dalla zona punti, Lewis Hamilton.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *