Ritratti Papeschi

Redazione
27/12/2010

Dal Topolino nazista al Ronald McDonald guerrafondaio, fino alla Nazi Minnie che la scorsa estate ha fatto rischiare il carcere...

Dal Topolino nazista al Ronald McDonald guerrafondaio, fino alla Nazi Minnie che la scorsa estate ha fatto rischiare il carcere ai galleristi polacchi che l’hanno utilizzata come manifesto pubblicitario. Nelle opere di Max Papeschi, uno degli artisti di punta della digital art contemporanea, le icone cult del consumismo perdono la loro simpatia per trasformarsi in un incubo collettivo. Regista, autore teatrale, cinematografico e televisivo, diplomato alla scuola Paolo Grassi di Milano, Papeschi  non esita a prendere di mira neanche òa politica, italiana e straniera.
IN MOSTRA A MILANO. Una poetica new-pop dai fortissimi contenuti sociali, dal taglio sottile e ironico che sarà in mostra a Milano allo Spazio Stendhal36 con un’esposizione dal titolo Bambi’s Mother is Dead (da martedì 18 gennaio fino al 12 febbraio dalle 15 alle 20 tutti i giorni). La mostra si divide in quattro tematiche: religione, famiglia, storia e politica (nella slide una selezione delle opere in mostra e alcuni classici dell’autore). Chi vuole conoscere meglio Papeschi lo trova online.