Robin Williams è di nuovo il Genio di Aladdin per la Disney

Fabrizio Grasso
16/10/2023

L’attore americano, scomparso nel 2014, doppia il personaggio nel documentario Once Upon a Studio, disponibile dal 16 ottobre in streaming. Usate registrazioni originali inedite, ma non l’IA. I produttori: «Ha lasciato un segno indelebile nei fan».

Robin Williams è di nuovo il Genio di Aladdin per la Disney

È finalmente disponibile in streaming su Disney+ Once Upon A Studio, il cortometraggio che celebra i 100 anni di vita della casa cinematografica fondata nel 1923 da Walt Disney e suo fratello Roy. Nel video, che mostra ben 543 personaggi leggendari di 85 film di animazione, compaiono villain e protagonisti di tante fiabe tra cui classici come Biancaneve, Il re leone e Fantasia, accanto a storie più recenti come Oceania e Frozen. Solo il 20 per cento è realizzato al computer, mentre il resto è frutto di un lavoro tradizionale che richiama i celebri disegni che hanno fatto emozionare grandi e piccini per decenni. «Volevamo scatenare nel pubblico una reazione viscerale», ha spiegato a Variety il produttore Bradford Simonsen. «Abbiamo coordinato in segreto gli artisti originali per restare quanto più fedeli possibile». La versione inglese offre una grande sorpresa: Robin Williams è per l’ultima volta il Genio di Aladdin.

Nel corto Once Upon a Studio per i 100 anni di Disney, il Genio di Aladdin ha di nuovo la voce di Robin Williams. Ma non c'entra l'IA.
Robin Williams agli Emmy Awards del 2013 (Getty Images).

Disney, come è stato riportato in vita Robin Williams nel cortometraggio

Voce originale del Genio della lampada nel cult di animazione del 1992, come hanno ricordato i produttori Robin Williams ha lasciato «un segno indelebile nella memoria dei fan» anche dopo la sua morte nel 2014. «Significa così tanto per i bambini, volevamo davvero coinvolgerlo», ha proseguito Simonsen. A differenza di quanto avviene sempre più spesso nel cinema contemporaneo, però, Disney non ha fatto alcun ricorso all’intelligenza artificiale, preferendo invece affidarsi a registrazioni inedite dello stesso artista. «Dan Abraham, co-regista del cortometraggio, ha trovato dei file scartati dal film, estrapolandone piccoli frammenti», ha dichiarato Simonsen. «È stato meraviglioso».

L’animazione del Genio è opera di Eric Goldberg, che lavorò al film Aladdin nel 1992. Non è tuttavia l’unico disegnatore originale ad aver ripreso in mano la matita a decenni di distanza dall’ultima volta. Come lui, per i 100 anni della Disney sono tornati James Baxter di La Bella e la Bestia, Nik Ranieri de Il Re Leone e persino Ruben Aquino, autore di Ursula per La Sirenetta del 1989. «Non l’abbiamo sentito per 30 anni e, pur ormai in pensione, ha subito accettato di collaborare», ha spiegato Abraham. Oltre a Robin Williams, hanno fatto ritorno Jodi Benson, doppiatrice di Ariel in inglese, ma anche Jeremy Iron per Scar e il duo Idina Menzel e Kristen Bell per Anna ed Elsa di Frozen. «In tanti hanno accettato senza nemmeno sapere di cosa stessimo parlando», ha concluso il produttore Trent Correy. «Tutti ricordano quello che i personaggi rappresentano ancora oggi».

Nel corto Once Upon a Studio per i 100 anni di Disney, il Genio di Aladdin ha di nuovo la voce di Robin Williams. Ma non c'entra l'IA.
Una scena del film Aladdin del 1992 (Disney, X).

LEGGI ANCHE: Per i 100 anni di Disney all’asta anche la tuta di Beyoncé