Roma, acido sul sedile della banchina alla fermata della metro: donna ustionata

Elena Mascia
23/06/2023

In un primo momento, ha pensato che si trattasse di un liquido innocuo, ma il persistente bruciore le ha subito fatto capire che si trattava di qualcosa di più grave. La malcapitata, dopo le prime medicazioni, è stata sottoposta a un trapianto di pelle.

Roma, acido sul sedile della banchina alla fermata della metro: donna ustionata

Un intervento e dieci giorni di prognosi. Sono queste le conseguenze di quanto accaduto lo scorso 14 giugno a una passeggera della Metro A di Roma, alla fermata di Porta Furba. Attorno alle 7, mentre si recava al lavoro come ogni giorno, si è seduta su una delle sedie della banchina, accorgendosi che la superficie era bagnata. In un primo momento ha pensato che si trattasse di acqua, ma il bruciore iniziato pochi istanti dopo le ha fatto subito capire che non poteva essere un liquido qualunque, come riferito al Corriere della Città: «Mi sono seduta sulle sedie presenti sulla banchina in direzione Termini. Era bagnato, pensavo fosse solo acqua e mi sono alzata. Poco dopo però la pelle ha iniziato a bruciare sempre più forte. Poi mi sono accorta che i miei glutei erano completamente neri ed ho capito che mi ero ustionata».

A Roma, nella stazione di Porta Furba, una donna è rimasta ustionata dall'acido dopo essersi seduta su una sedia della banchina della metro.
Persone in metropolitana (Getty Images)

Stazione metro Roma, donna ustionata da acido

La donna, recatasi  all’ospedale Vannini, è stata medicata e dimessa. Qualche giorno dopo, vedendo che le ferite non si rimarginavano, si è recata al Sant’Eugenio, dove è stata operata per un trapianto di pelle, con prelievo di tessuti dalla coscia. La sfortunata viaggiatrice ha sporto denuncia ai carabinieri per capire cosa possa essere successo esattamente al momento dell’ustione. Le indagini da parte delle autorità sono tuttora in corso. Tra le ipotesi più accreditate, vi è quella secondo la quale possa essersi trattato di un solvente usato per le pulizie, caduto per errore da un contenitore.