Roma, morto per un infarto monsignor François Bacqué: il corpo rimasto per ore sull’asfalto

Redazione
10/11/2023

Il nunzio apostolico stava rientrando a piedi nella residenza ecclesiastica dove viveva, durante la mattinata di giovedì 9 novembre, quando è stato colto da un malore. Il cadavere è stato trasferito solo nel pomeriggio. Diversi i curiosi che hanno fotografato la scena.

Roma, morto per un infarto monsignor François Bacqué: il corpo rimasto per ore sull’asfalto

È morto sul colpo, stroncato da un infarto, monsignor François Bacqué, 87 anni. Al momento del decesso, avvenuto nella mattinata di giovedì 9 novembre, l’uomo si trovava nel centro storico della Capitale, vicino al Senato. Il nunzio apostolico stava rientrando a piedi verso la residenza ecclesiastica dove viveva, in via della Scrofa, quando è sopraggiunto il malore e si è accasciato a terra.

Il cadavere sull’asfalto per tre ore

Nonostante l’arrivo dell’ambulanza del 118, il cadavere di Bacqué, coperto con un telo, è stato lasciato per tre ore sull’asfalto. Come riportato da Il Corriere della Sera, solo un gruppo di religiose si è preoccupato di vegliare sul corpo, in attesa dell’arrivo del camion dei servizi mortuari del comune di Roma (alle 14.04) che ha provveduto al suo trasferimento. Diversi i curiosi che si sono fermati a scattare una foto, mentre in alcuni casi, riporta il quotidiano, è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine per allontanare la folla nel rispetto del monsignore. Nato a Bordeaux nel 1936, Bacqué, aveva deciso di passare la sua pensione a Roma.