Roma, partono e lasciano a casa il cane

Redazione
22/08/2012

L’associazione ambientalista Earth ha denunciato il caso di un cane, malato da tempo, morto dopo essere stato abbandonato in casa...

Roma, partono e lasciano a casa il cane

L’associazione ambientalista Earth ha denunciato il caso di un cane, malato da tempo, morto dopo essere stato abbandonato in casa dai padroni, partiti per le vacanze, nel quartiere romano dell’Alberone.
DENUTRITO DA ANNI. Secondo gli animalisti, erano anni che il cane soffriva di denutrizione, tanto che i condomini del palazzo gli lanciavano avanzi di cibo nel giardino, dove passava giorni interi da solo, con qualsiasi clima. Earth ha depositato la denuncia in procura e si costituirà parte civile nell’eventuale processo.
Il povero animale, un meticcio di grossa taglia, è stato soppresso dopo l’intervento dei soccorritori allertati dai vicini. Il cane aveva vissuto all’aperto, legato a una catena.
SI DIMENTICAVANO DI DARGLI CIBO E ACQUA. Spesso i suoi padroni, come hanno raccontato i testimoni, si dimenticavano di dargli da mangiare e da bere.
Con gli anni il cane si è ammalato di una grave forma di artrite che gli impediva quasi di camminare, e negli ultimi giorni sanguinava da una zampa. I suoi padroni, nel frattempo, erano partiti per le ferie lasciandolo solo in giardino.
I vicini, quando lo hanno visto peggiorare, si sono decisi a chiedere aiuto. La chiamata è stata inoltrata all’associazione animalista, che ha dovuto richiedere un intervento urgente di vigili e Asl per entrare nella proprietà privata.
É STATO SOPPRESSO. Purtroppo, quando i veterinari hanno potuto visitare il cane, non c’era più nulla da fare, e hanno dovuto porre fine alle sue sofferenze.
Ora, per i proprietari, si prospetta una pena tra i tre mesi e l’anno di reclusione, come previsto dall’articolo 544-ter del codice penale, che tutela gli animali dalle sevizie.