Ruby: «A 9 anni violentata da due zii»

Redazione
19/01/2011

Karima El Mahrohug, detta Ruby, fu violentata a nove anni da due zii fratelli di suo padre. Lo ha raccontato...

Ruby: «A 9 anni violentata da due zii»

Karima El Mahrohug, detta Ruby, fu violentata a nove anni da due zii fratelli di suo padre. Lo ha raccontato la ragazza durante la registrazione di Kalispera!, la trasmissione di Alfonso Signorini, in onda mercoledì 19 gennaio su Canale 5. «A nove anni fui – ha detto – violentata da due miei zii, fratello di mio padre». L’unica persona con cui ebbi il coraggio di parlare fu mia madre che mi disse: «Stai zitta perché se papà scopre che non sei vergine ammazza te».
CACCIATA DI CASA Ruby sarebbe stata cacciata di casa, cominciando il giorno stesso a rubare e ad «inventarsi una vita parallela», in cui raccontava di avere 18 anni e di essere egiziana. «Mi sono nascosta dietro la figura di una Wonder Woman – ha sostenuto – fino a quando ho trovato il coraggio di mostrare le lacrime, grazie al mio ragazzo». La 18enne marocchina ha raccontato di essere fuggita di casa a 12 anni e di aver fatto la prima «cavolata» proprio in quell’occasione. Uscita dall’abitazione dei suoi genitori a Letojanni, ha ricordato, rubò la borsa di una ragazza in un bar e si recò in un albergo registrandosi con il codice fiscale della giovane derubata. «La mattina appena uscita dall’albergo – ha detto – mi sono trovata davanti le macchine dei carabinieri». Hai fatto tanti altri sbagli? «Si, ne ho fatti abbastanza, non per quanto riguarda i furti ma le persone: quel problema di raccontare una vita parallela e inventarsi delle cavolate». «A tutti dicevo di avere 18 anni, dicevo di non essere marocchina, dicevo sempre che ero egiziana», ha raccontato.
MAI FATTO LA PROSTITUTA Ruby sarebbe stata cacciata di casa, cominciando il giorno stesso a rubare e ad «inventarsi una vita parallela», in cui raccontava di avere 18 anni e di essere egiziana. Nella prima parte dell’intervista, Ruby non ha parlato della vicenda giudiziaria in cui è coinvolta. Ha invece raccontato quella che è stata la sua «vita parallela» in cui diceva continuamente di essere egiziana, non marocchina. Ha poi detto che quando, a 12 anni, decise di cambiare religione, suo padre la punì «con una padella di olio bollente» addosso tanto che ne porta ancora i segni in testa e su una spalla.
Ruby ha poi ribadito di non aver mai avuto rapporti sessuali con il presidente del Consiglio: «Sono io la prima a dire che lui non mi ha mai toccata con un dito». Poi giura: «Mai fatto la prostituta». Ha raccontato di aver provato in un’occasione a prostituirsi e di non esserci riuscita. «C’è un detto che mi diceva sempre mia madre e io ci credo: ‘puttane si nasce, non si diventa’», ha ricordato.
RUBY SI SPOSA Karima, ha spiegato di non vedere per sé un futuro nel mondo dello spettacolo, ma una vita serena accanto al suo attuale fidanzato. «Certo non nel mondo dello spettacolo», ha risposto Ruby, quando, durante la registrazione di Kalispera! le è stato chiesto del suo futuro, e ha aggiunto di volere «una vita normale, accanto al suo ragazzo», Luca. Il giovane, che è anche comparso in studio, ha dichiarato: «é un momento di forte stress, ma le sto vicino». Secondo Chi, giornale di Signorini i due si sposeranno prossimamente.