Rugby, Sei Nazioni: il Times attacca gli Azzurri

Redazione
14/02/2015

A poche ore dall’inizio della sfida di Twickenham, anche il Times sferra un attacco all’Italrugby, e si chiede ancora per...

Rugby, Sei Nazioni: il Times attacca gli Azzurri

A poche ore dall’inizio della sfida di Twickenham, anche il Times sferra un attacco all’Italrugby, e si chiede ancora per quanto gli Azzurri meriteranno di restare nel torneo internazionale Sei Nazioni.
Dopo il pessimo esordio contro l’Irlanda, in molti avevano sollevato dubbi sull’opportunità della presenza del XV italiano nel torneo dell’élite europea. Oggi anche il più autorevole quotidiano britannico ha rilanciato la polemica, ipotizzando come soluzione un play-off di qualificazione con Georgia e Romania (rispettivamente n.15 e n.16 del ranking mondiale, subito dietro all’Italia), per l’assegnazione del sesto e ultimo posto nel Torneo.
PRIMATO MONDIALE DI SCONFITTE. «Per quanto ancora l’Italia può sopravvivere a queste torture di febbraio e marzo prima che gli organizzatori si chiedano: forse qualcun altro?», ha scritto il Times che ha riconosciuto agli Azzurri «coraggio e forza», ma ha anche ricordato che Marco Bortolami, oggi nuovamente titolare di Jacques Brunel, detiene l’infelice primato mondiale di 80 sconfitte nei test-match, subito davanti a due altri Azzurri, il capitano Sergio Parisse e Martin Castrogiovanni (78).
CRESCITA MANCATA DEGLI AZZURRI. Sotto accusa la mancata crescita della nazionale italiana, che da 16 anni – ha stigmatizzato il Times – non ha saputo crescere di pari passo al fatturato garantito dalla partecipazione al Sei Nazioni. «Ci stiamo prendendo in giro se pensiamo che abbia funzionato», ha concluso il quotidiano.