Russia, l’ex giornalista Duntsova scende in campo contro Putin nel 2024

Enrico Filotico
21/12/2023

Pacifista, chiede la fine della guerra in Ucraina attraverso negoziati e la liberazione dei prigionieri politici. Se la sua candidatura sarà convalidata, dovrà raccogliere 300 mila firme in 40 regioni entro il 31 gennaio.

Russia, l’ex giornalista Duntsova scende in campo contro Putin nel 2024

L’ex giornalista pacifista Yekaterina Duntsova è scesa ufficialmente in campo per sfidare Vladimir Putin alle Presidenziali del 2024. Duntsova negli scorsi giorni aveva lanciato la sua campagna elettorale, radunando più di 500 persone in un luogo che era stato svelato solo all’ultimo momento per evitare l’intervento delle forze dell’ordine.

Nel programma la liberazione dei prigionieri politici e la fine della guerra in Ucraina

Quarant’anni, politica locale nell’oblast di Tver, nella Russia europea centrale, e madre di tre figli si è sempre schierata per la pace in Ucraina. «Prima o poi ogni conflitto armato finisce e spero che questo finisca il prima possibile», ha dichiarato lo scorso novembre. L’ex reporter senza un partito alle spalle ha presentato i documenti alla Commissione elettorale centrale russa per registrare formalmente la sua candidatura. In caso di convalida entro il 31 gennaio dovrà raccogliere le 300 mila firme necessarie per correre alla presidenza della Federazione. Tra suoi principali obiettivi, il rilascio di tutti i prigionieri politici e la fine della guerra contro Kyiv attraverso negoziati. Per Yekaterina Duntsova una nuova Russia «pacifica e dal volto umano» è possibile. Ma è consapevole dei rischi di diventare un punto di riferimento per i dissidenti. Sa bene che potrebbe essere etichettata come ‘agente straniero’ o addirittura finire in carcere.