Russia, elezioni presidenziali fissate per il 17 marzo

Redazione
07/12/2023

Putin, al potere dal 2000, dovrebbe annunciare ufficialmente la candidatura durante la conferenza stampa di fine anno, in programma il 14 dicembre. Andranno al voto anche gli abitanti delle regioni ucraine annesse.

Russia, elezioni presidenziali fissate per il 17 marzo

Il Consiglio della Federazione, ovvero il Senato russo, ha ufficialmente fissato le prossime elezioni presidenziali per il 17 marzo 2024 con una risoluzione adottata dalla Camera alta. Il momento in cui il decreto entrerà in vigore, cioè dal giorno della sua pubblicazione ufficiale, segnerà l’effettivo inizio della campagna elettorale che porterà con ogni probabilità alla rielezione di Vladimir Putin, anche se lo zar formalmente non ha ancora annunciato la sua candidatura per un quinto mandato. Con ogni probabilità, scrivono i media russi, lo farà in occasione della conferenza stampa di fine anno, fissata per il 14 dicembre.

Russia, elezioni presidenziali fissate per il 17 marzo. Putin, al potere dal 2000, dovrebbe presto annunciare ufficialmente la candidatura.
Seggio elettorale russo (Getty Images).

Andranno al voto anche gli abitanti delle regioni ucraine annesse

Le elezioni avranno luogo due anni dopo che la Russia ha lanciato la sua “operazione militare speciale” in Ucraina, durante la quale ha annesso le regioni ucraine di Luhansk, Donetsk, Kherson e Zaporizhzhia. Le elezioni, ha dichiarato la presidente del Consiglio della Federazione Valentina Matviyenko, «saranno una sorta di culmine della riunificazione» delle regioni alla Russia. La presidente della Commissione elettorale centrale della Federazione Russa, Ella Pamfilova, affermato che mai, nella storia moderna della Russia, le elezioni presidenziali si erano tenute «in un’atmosfera geopolitica così tossica». La decisione ufficiale di tenere le elezioni anche nelle regioni dell’Ucraina annesse alla Federazione Russa sarà presa entro il 12 dicembre dopo aver consultato l’Fsb, il Ministero degli Affari Interni e le autorità di questi territori, ha aggiunto Pamfilova. La presidente della Commissione elettorale centrale ha poi detto che il voto potrebbe essere esteso per tre giorni, dal 15 al 17 marzo. Il voto dall’estero non sarà previsto.

LEGGI ANCHE: Putin a caccia di voti, il Cremlino lancia un concorso a premi dedicato alle famiglie russe

Russia, elezioni presidenziali fissate per il 17 marzo. Putin, al potere dal 2000, dovrebbe presto annunciare ufficialmente la candidatura.
Vladimir Putin (Getty Images).

Sarà il Cremlino a decidere chi correrà (senza speranza) contro Putin

Al potere dal 2000 come presidente o primo ministro, Putin non si è ancora ufficialmente ricandidato, ma lo farà e l’esito della tornata elettorale è già stato deciso. Come aveva scritto Meduza, infatti, tutto sarà organizzato in modo da far sì che lo zar rimanga al potere e, soprattutto, che lo faccia con ampio margine, con circa l’80 per cento delle preferenze: sarà infatti il Cremlino a stabilire chi saranno gli sparring partner di Putin. Il criterio principale? L’età: per non far sembrare lo zar troppo vecchio dovranno avere più di 50 anni.