Russia, protesta contro l’ispezione Usa a Washington

Redazione
02/09/2017

Ancora tensione tra Russia e Stati Uniti. Il ministero degli Esteri di Mosca ha convocato il ministro plenipotenziario americano presso...

Russia, protesta contro l’ispezione Usa a Washington

Ancora tensione tra Russia e Stati Uniti. Il ministero degli Esteri di Mosca ha convocato il ministro plenipotenziario americano presso l'ambasciata Anthony Godfrey e gli ha consegnato una nota di protesta per l'ispezione decisa dagli Usa presso la missione commerciale russa a Washington. Il ministero ha definito l'ispezione «illegale» e ha accusato gli Stati Uniti di poter usare l'occasione «per piazzare materiale compromettente» e dar vita a «provocazioni-anti russe».

«AGGRESSIONE SENZA PRECEDENTI». «Una nota di protesta è stata consegnata a causa dell'intenzione delle autorità americane di effettuare ispezioni presso la missione commerciale russa a Washington, dove ora ci è negato l'accesso, anche se questo edificio è proprietà dello Stato russo e ha l'immunità diplomatica», recita il comunicato. Il ministero considera «illegale l'imminente ispezione dei locali diplomatici in assenza di funzionari russi e la minaccia orale di abbattere la porta come un'azione aggressiva senza precedenti».

«RISPONDEREMO IN MODO RECIPROCO». Le autorità americane, conclude il testo, devono «evitare di violare l'immunità diplomatica delle nostre sedi negli Stati Uniti altrimenti noi ci riserveremo il diritto di rispondere in modo reciproco».