Carabiniere minaccia il suicidio con la pistola d’ordinanza: notte di trattative a Sabaudia

Redazione
27/10/2023

Immediato l'arrivo dei colleghi che sono riusciti a disarmarlo dopo diverse ore. Il contingente sul posto è arrivato a 50 uomini. Tra i presenti, anche un parente: il militare ha in corso una separazione.

Carabiniere minaccia il suicidio con la pistola d’ordinanza: notte di trattative a Sabaudia

Era pronto a togliersi la vita, ma dopo una notte di trattative, gli stessi colleghi sono riusciti a farlo desistere. È successo nella notte tra giovedì 26 e venerdì 27 ottobre, quando un militare dell’arma è sceso in spiaggia a Sabaudia con la pistola d’ordinanza, minacciando di uccidersi.

Sul posto i colleghi del carabiniere 

Una volta scattato l’allarme, sul posto sono arrivati immediatamente diversi equipaggi dei colleghi. Il contingente è arrivato fino a 50 uomini. Tra i presenti, anche un parente del carabiniere – l’uomo si sta infatti separando – oltre al personale dei vigili del fuoco, a quello della capitaneria di porto e dei sanitari del 118. Trascorse diverse ore, solo quando il militare si è calmato e sono riusciti a farlo ragionare, è stato disarmato.