Con cure adeguate evitabile una morte su tre in Europa

Con cure adeguate evitabile una morte su tre in Europa

02 Luglio 2018 09.30
Like me!

Una morte su tre (33,1%) di quelle che si verificano ogni anno in Europa sotto i 75 anni d'età sarebbe evitabile con le conoscenze mediche e tecnologiche di cui disponiamo oggi. Si tratta di oltre 570 mila vite che potrebbero essere salvate.

Il dato è contenuto nell'ultimo rapporto Eurostat sulla salute, che evidenzia come siano gli infarti la patologia che pesa di più su questa statistica. Il concetto di morte evitabile, spiega l'istituto europeo, «implica che una certa morte avrebbe potuto non avvenire in un dato momento se ci fosse stata un'assistenza sanitaria adeguata in atto».

Gli attacchi di cuore, con oltre 180 mila decessi evitabili, rappresentano il 32% delle morti che potrebbero essere scongiurate. Seguono gli ictus (89.600 decessi, pari al 16%), i tumori del colon-retto (più di 66 mila decessi, 12%) e i tumori al seno (circa 50 mila decessi, 9%).

Le percentuali di morti evitabili variano considerevolmente tra gli Stati membri dell'Unione europea. Quelle più elevate si registrano in Romania (48,6%) e Lettonia (47,5%), seguite da Lituania (47,0%) e Slovacchia (44,2%). Le percentuali più basse in Francia (23,6%), Belgio (26%), Danimarca (26,6%), Paesi Bassi (28,1%) e Polonia (29,9%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *