Francesca Verdini soccorsa dalla polizia dal parrucchiere dei Vip

Francesca Verdini soccorsa dalla polizia dal parrucchiere dei Vip

La fidanzata di Salvini, assediata dai paparazzi mentre era dal coiffeur, chiama qualcuno (Matteo? Il Viminale?) e dopo qualche minuto due volanti la prelevano tra lo stupore dei clienti.

24 Aprile 2019 13.44

Like me!

Al 15 di via Prefetti, nel cuore di Roma, c’è un coiffeur per vip, Roberto D’Antonio, semplicemente Robi per i clienti, tutti famosissimi, uomini e donne che carriera l’hanno già fatta e altri che vorrebbero tanto farla.

LEGGI ANCHE: Non solo Verdini: tutte le donne di Salvini

Seduti sulle sue ambitissime poltrone, sbavanti pur di passare sotto le mani del maestro, potete trovare gente di spettacolo – da Fiorello a Sabrina Ferilli, da Margherita Buy a Claudia Gerini, da Valeria Golino alla Bruni-Tedeschi passando per registi come Bertolucci, Sorrentino, Garrone e Benigni – a gente del giornalismo – da Lilly Gruber a Michele Santoro, da Giuliano Ferrara a Rossana Rossanda – e delle lettere, come Margaret Mazzantini. Ma, ovviamente, non manca la politica. Quella alta di un tempo – Carlo Azeglio Ciampi e signora – e quella alta e basta, come Piero Fassino. E dagli scranni del parlamento arrivano onorevoli di destra (Daniela Santanchè), di centro (Beatrice Lorenzin) e di sinistra (Paola Concia, cui Robi ha fatto un “sale e pepe” che ora parecchie clienti vogliono copiare).

LEGGI ANCHE: Salvini e Di Maio in campagna elettorale con le fidanzate

In tutto questo bailamme poteva forse mancare Francesca Verdini, figlia di Denis ma soprattutto neo-fidanzata di Matteo Salvini? Certo che no. Arriva nei giorni prima di Pasqua a mettersi a posto la testa, per piacere ancor di più al suo amatissimo Matteo. Ma Verdini jr, da quando si è fatta beccare con il vicepremier, ha i paparazzi alle calcagna, che la seguono ovunque. Anche dal parrucchiere. Succede così che gli aiutanti del famoso coiffeur la avvertano: «Guardi che fuori dal negozio ci sono i fotografi che la aspettano». «Ah sì, voi osate venire a disturbare la mia privacy in questo tempio del vippismo, allora ve la faccio vedere io», esclama la 26enne virgulta che già indossa i panni della first lady (infatti l’hanno paparazzata all’uscita da casa di lui con giubbotto bicolore, pantaloni con il logo della polizia e sneaker di almeno tre misure più grandi). Tra lo sbigottimento degli altri clienti di Robi, incerti se indignarsi o estasiarsi davanti a tanta spavalderia, la Verdini jr – buon sangue non mente – prende il telefonino e con piglio sicuro chiama non sappiamo chi (Matteo? il Viminale?). Sta di fatto che pochi minuti dopo arrivano due volanti della polizia che costringono i fotografi a mollare la presa. Roma caput mundi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *