La Lega ha ritirato l'emendamento sblocca Tav

La Lega ha ritirato l’emendamento sblocca Tav

Il Carroccio abbandona la proposta di inserire la Torino Lione tra le opere prioritarie. Durissimo Chiamparino: «Hanno sacrificato l'opera in nome delle poltrone».

21 Maggio 2019 17.04

Like me!

La Lega ha ritirato l'emendamento al decreto Sblocca cantieri che chiedeva di inserire la Tav tra le opere prioritarie per le quali nominare un commissario. L'annuncio è arrivato il 22 maggio in avvio dei lavori delle commissioni Ambiente e Lavori pubblici del Senato. L'emendamento è stato presentato anche per l'Aula, dove il testo è atteso a partire dal martedì 28 maggio. Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e candidato per il centrosinistra per il rinnovo del mandato, ha dichiarato: «La decisione della Lega di ritirare in Commissione l'emendamento allo 'Sblocca cantieri' che definiva la Tav opera prioritaria conferma ciò che dico ormai da tempo: La Lega ha sacrificato la Torino-Lione sull'altare degli equilibri di governo, ha scelto le poltrone». «Domenica», ha dichiarato Chiamparino, c'è l'occasione dare un segnale forte a sostegno della realizzazione dell'opera facendo prevalere nelle elezioni regionali chi senza se e senza ha sempre lavorato concretamente per far partire i cantieri e le opere compensative per il territorio, che ora rischiano il blocco per responsabilità della attuale maggioranza Lega5Stelle».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *