Salvini apre al confronto con Macron e Merkel dopo le Europee

Salvini apre al confronto con Macron e Merkel dopo le Europee

Il ministro dell'Interno si è detto disposto a ragionare con i leader di Francia e Germania: «Ma l'Europa che voglio cambiare è la loro». Lo spread cala.

24 Maggio 2019 11.43

Like me!

«Se serve io ragiono anche con la Merkel e con Macron. Io devo difendere il diritto al lavoro e alla vita degli italiani. Non posso dire con questi sì, con questo no. Ovviamente l'Europa che voglio cambiare è quella dei Macron e delle Merkel», ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a Rtl, rispondendo a chi gli ha chiesto con chi cambierebbe le regole a Bruxelles. «Fra due giorni la Lega sarà il primo partito italiano e cambierà la storia dell'Europa. Che bello!», aveva detto poco prima il segretario federale del Carroccio durante un comizio a Verbania, nonostante in Olanda gli exit poll diano il suo alleato sovranista Geert Wilders fuori dall'europarlamento. Le dichiarazioni concilianti del vicepremier avrebbero avuto però, stando alla lettura dei trader londinesi citata da Bloomberg, un primo effetto: raffreddare lo spread tra Btp e Bund che è sceso fino a 265 punti base. Il differenziale si è poi assestato attorno a 267.

LEGGI ANCHE: Breve storia del cattoleghismo

Spread a parte, l'ottimismo per le Europee di Salvini è condiviso anche dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, reduce dalle stilettate contro l'alleato di governo pentastellato e contro il premier Giuseppe Conte. «Puntiamo a ottenere più voti dello scorso anno, vorrebbe dire che quanto fatto da Matteo Salvini e dalla Lega al governo avrà avuto un giudizio positivo», ha dichiarato il Gianni Letta della Lega impegnato nella campagna elettorale per le Comunali a Induno Olona, Varese. Il voto europeo dunque è sempre di più un referendum su Salvini e sull'esperienza governativa del Carroccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *