San Siro, Sala sul progetto di riqualificazione: «Lo ristruttureremo senza chiuderlo»

Redazione
31/01/2024

Tra le novità la sistemazione dell'intera area intorno, servizi per i cittadini e il quarto anello, con la parziale demolizione del primo. Il sindaco di Milano: «Dobbiamo far rimanere qui Inter e Milan».

San Siro, Sala sul progetto di riqualificazione: «Lo ristruttureremo senza chiuderlo»

Lo studio Arco Associati, con l’architetto Giulio Fenyves, ha presentato il progetto di ristrutturazione dello stadio San Siro, durante una commissione consiliare a cui ha partecipato anche Beppe Sala. Il sindaco di Milano ne ha approfittato per tornare a lanciare un appello a Inter e Milan, come già fatto a metà gennaio. Il primo cittadino ha spiegato: «Ci sono tanti motivi di buon senso, dal lato nostro, che ci dicono che questa opzione di ristrutturare San Siro è l’opzione». Le due società milanesi, intanto, proseguono nei rispettivi progetti per i nuovi stadi a San Donato e Rozzano.

Sala sul progetto: «Lavori possibili senza chiudere lo stadio»

Il sindaco ha focalizzato la sua attenzione soprattutto sulle modalità con cui potrebbe avvenire la ristrutturazione. Sala ha spiegato che il progetto «ha alcuni elementi di novità. Ma la cosa più importante è che si possono fare i lavori senza chiudere lo stadio e questa è una questione dirimente. Io capisco le società che dicono che in caso di ristrutturazione dovrebbero andare per due anni in uno stadio piccolo, dando un disagio ai tifosi e che quindi sarebbe un problema. È chiaro che da sindaco di Milano e della città metropolitana non farei nulla per oppormi alle ipotesi di nuovi stadi in Comuni che non siano Milano. Ciò non toglie che si possa ragionare sul fatto che dobbiamo fare di tutto per fare rimanere le squadre a Milano».

San Siro, Sala sul progetto di riqualificazione «Lo ristruttureremo senza chiuderlo»
Uno dei rendering del progetto (ANSA).

Il nuovo progetto: lo stadio inserito in un parco

Tante le novità presenti all’interno del progetto della Arco Associati. Intanto lo stadio San Siro è stato pensato all’interno di un parco tematico, con edifici di servizio e spazi aperti intorno. La riqualificazione, così facendo, riguarderebbe l’intero quartiere e non soltanto la struttura. Sono previsti servizi di connettività, on demand e per gli acquisti, per rendere la struttura vivibile quotidianamente, senza essere legata agli eventi. Poi è previsto il quarto anello, con aree per ospiti e vip, aree comuni, bar e sale meeting. La parziale demolizione delle tribune del primo anello permetterebbe di inserire un nuovo corpo di due piani, su una superficie di oltre 20 mila mq. Dovrebbe costare intorno ai 300 milioni. Intanto il 14 marzo, invece, il Tar si pronuncerà sul vincolo annunciato dalla Sovrintendenza.

San Siro, Sala sul progetto di riqualificazione «Lo ristruttureremo senza chiuderlo»
La vista dal quarto anello (ANSA).