San Suu Kyi presto libera

Redazione
01/10/2010

Sarebbero pronti a rilasciarla. Ma non potrà partecipare al voto il giorno delle elezioni. Aung San Suu Kyi, leader dell’opposizione...

San Suu Kyi presto libera

Sarebbero pronti a rilasciarla. Ma non potrà partecipare al voto il giorno delle elezioni. Aung San Suu Kyi, leader dell’opposizione birmana e Nobel per la pace, è agli arresti domiciliari. Dal 13 novembre però, una settimana dopo le prime elezioni in Birmania dal 1990, potrebbe tornare di nuovo libera. L’intenzione dei generali è stata rivelata all’agenzia France Presse da due ufficiali, che hanno chiesto di rimanere anonimi.
«Il regime ha più volte annunciato la liberazione di San Suu Kyi in questi ultimi sette anni», ha dichiarato uno dei legali della donna, «anche indicando delle date precise. Annunci che poi si sono sempre rivelati falsi. Quindi, aspettiamo a vedere cosa succede».
Il partito di Aung San Suu Kyi, la Lega nazionale per la democrazia, è stato sciolto prima dello scrutinio. La leader democratica, esclusa da ogni forma di candidatura alle elezioni legislative, sarà autorizzata a votare ma non il giorno delle elezioni. Lo scopo è quello di evitare contatti con i suoi sostenitori e gli oppositori all’attuale governo. Per lei, le autorità locali starebbero pensando a un voto anticipato.