È morta Sandra Milo, addio all’attrice musa di Fellini

Redazione
29/01/2024

Aveva 90 anni. "Sandrocchia", come l'aveva soprannominata il regista romagnolo per il quale recitò nei capolavori 8½ e Giulietta degli spiriti, è stata una delle interpreti più popolari del cinema italiano.

È morta Sandra Milo, addio all’attrice musa di Fellini

È morta Sandra Milo. L’attrice, che avrebbe compiuto 91 anni a marzo, si è spenta nella sua abitazione e tra l’affetto dei suo cari, come aveva richiesto. Lo ha reso noto la famiglia. Con la partecipazione a film come Il generale Della Rovere, Fantasmi a Roma, Adua e le compagneGiulietta degli spiriti, e, soprattutto, 8½, premiato con l’Oscar, fu tra le principali protagoniste del cinema italiano degli Anni 60.

È morta Sandra Milo. Aveva 90 anni. Tra le attrici più popolari del cinema italiano, fu musa di Federico Fellini.
Sandra Milo tra Folco Lulli e Ugo Tognazzi nel 1964, quando vinse il Nastro d’argento per 8½ (Getty Images)

Fu tra le stelle del cinema italiano degli Anni 60

All’anagrafe Salvatrice Elena Greco, era nata a Tunisi l’11 marzo 1933. Nel corso della sua lunga carriera ha recitato in una settantina di film, lavorando con i più grandi registi del nostro cinema: da Federico Fellini (di cui “Sandrocchia”, così la soprannominò il cineasta, fu amante per 17 anni) a Roberto Rossellini, fino a Sergio Corbucci, Dino Risi, Luciano Sale, Pupi Avati e Gabriele Salvatores. Il primo ruolo importante arrivò nel 1959 con Il generale Della Rovere, diretto da Rossellini, in cui interpretava il ruolo di una prostituta al fianco di Vittorio De Sica. Cruciale poi l’incontro con Fellini, che la rese protagonista di due capolavori: del 1963 e Giulietta degli spiriti del 1965. Interruppe bruscamente l’intensa attività cinematografica nel 1968, per dedicarsi ai tre figli. Dopo una lunga pausa, tornò a recitare nel 1979 in alcune commedie di genere, mentre si delineava la sua nuova carriera di conduttrice televisiva.

LEGGI ANCHE: Sandra Milo, da 8½ a Giulietta degli spiriti: 5 film per ricordarla

È morta Sandra Milo. Aveva 90 anni. Tra le attrici più popolari del cinema italiano, fu musa di Federico Fellini.
Sandra Milo fu musa e amante di Federico Fellini (Imagoeconomica).

Lo scherzo telefonico in diretta tv rimasto nell’immaginario collettivo

Suo malgrado, Sandra Milo entrò anche nella storia della tv italiana l’8 gennaio 1990 per il celebre scherzo telefonico durante la trasmissione pomeridiana L’amore è una cosa meravigliosa. Quel giorno, una telefonata anonima in diretta la informò che suo figlio Ciro era ricoverato in ospedale in gravi condizioni dopo un incidente stradale: senza riuscire a trattenere le lacrime, uscì dallo studio urlando “Ciro, Ciro!”. La notizia per fortuna era falsa, ma quel momento è rimasto nell’immaginario collettivo.

Sandra Milo ha lavorato fino all’ultimo. Nel 2022 è stata protagonista del docu-reality Quelle brave ragazze, con Mara Maionchi e Orietta Berti, programma di cui nel 2023 è stata poi realizzata una seconda edizione, con Marisa Laurito in sostituzione di Berti. Ha poi fatto parte del cast della serie comedy Gigolò per caso, con Christian De Sica e Pietro Sermonti.