Sanremo, il Pd contro il comunicato Rai a Domenica In: «Censurare artisti è gravissimo»

Ginevra Abeti
12/02/2024

I Dem hanno criticato la velina dell'ad Roberto Sergio, letta in diretta da Mara Venier, con la quale Viale Mazzini ha espresso solidarietà a Israele dopo le dichiarazioni di Ghali e Dargen D'Amico sulla guerra a Gaza.

Sanremo, il Pd contro il comunicato Rai a Domenica In: «Censurare artisti è gravissimo»

Il Partito democratico è intervenuto con una nota in merito a quanto accaduto durante la puntata di Domenica In – Speciale Sanremo, dove la conduttrice Mara Venier ha letto un comunicato dell’A.d Rai, Roberto Sergio, con il quale Viale Mazzini ha espresso solidarietà al popolo di Israele dopo le dichiarazioni di Ghali e Dargen D’Amico in merito alla guerra a Gaza. «Quello che è successo ieri in Rai è grave. Prima la velina e poi la censura nello stesso programma, Domenica In su Rai Uno. Ha il sapore di una velina inopportuna e sbagliata», ha scritto in una nota Sandro Ruotolo, responsabile informazione del Pd.

Roberto Sergio nel comunicato: «La mia solidarietà al popolo di Israele e alla comunità ebraica»

Il comunicato della Rai è arrivato dopo la protesta dell’ambasciatore di Israele in Italia, Alon Bar, in seguito dell’appello di Ghali sul palco dell’Ariston per lo «stop al genocidio», e dopo che Dargen D’Amico, rispondendo ai cronisti di Domenica In che gli chiedevano del significato della sua canzone, ha parlato di immigrazione affermando: «Non si parla mai del fatto che la bilancia dell’immigrazione economica è in positivo: quello che gli immigrati immettono nelle nostre casse per pagare le nostre pensioni è più di quello che spendiamo per l’accoglienza. Queste sono statistiche che ogni tanto andrebbero raccontate». A quel punto Mara Venier è intervenuta a fermare l’artista: «Va bene però qui è una festa, ci vorrebbe troppo tempo per affrontare determinate tematiche. Noi qui stiamo parlando di musica». Poco dopo, la conduttrice ha letto il comunicato arrivatole da Viale Mazzini: «Ogni giorno i nostri telegiornali e i nostri programmi raccontano e continueranno a farlo, la tragedia degli ostaggi nelle mani di Hamas oltre a ricordare la strage dei bambini, donne e uomini del 7 ottobre. La mia solidarietà al popolo di Israele e alla Comunità Ebraica è sentita e convinta». La conduttrice ha concluso dicendo: «Ovviamente siamo tutti d’accordo».

Pd: «Non compete all’A.d Rai interpretare le dichiarazioni di un artista e imporre la sua velina»

«Siamo tutti d’accordo nel condannare la strage di Hamas del 7 ottobre e siamo tutti d’accordo per un cessate il fuoco umanitario a Gaza», scrive il Pd nella nota, ma «non compete all’Amministratore delegato della Rai, interpretare le dichiarazioni di un artista e imporre la sua velina. E sempre nello stesso programma di ieri, aver interrotto, come ha fatto Mara Venier, un altro artista che si era esibito a Sanremo, Dargen D’Amico, sugli immigrati perché ‘siamo qui per parlare di musica e divertici, ha il sapore della censura’, di una Rai sempre più al servizio di palazzo Chigi», conclude.