Sarajevo arcobaleno: la Bosnia celebra il primo Gay pride

In strada oltre 2 mila persone. Non ci sono stati scontri, ma sullo sfondo restano tensione e discriminazioni.

09 Settembre 2019 16.24
Like me!

Sarajevo si veste a tinte arcobaleno. E celebra il primo Gay pride della Bosnia Erzegovina, paese con oltre il 33% di popolazione musulmana. Per le strade di una capitale sdraiata sul fiume Miljacka, hanno sfilato più di 2 mila persone. «Ima Izac», «Voglio uscire», è stato l’hashtag lanciato sui social. Ma anche frasi come «Voglio la libertà», «Merito una vita senza violenza», «L’amore non è un privilegio» hanno dominato la scena, con alfabeto cirillico (usato dai serbi ortodossi) e alfabeto latino nuovamente insieme, pronti per l’occasione a superare le divisioni etniche mai del tutto rimarginate dopo la guerra degli Anni 90.

UNDICI ANNI FA IL PRIMO TENTATIVO FALLIMENTARE

Quegli stessi striscioni avevano già tentato di trovare spazio nella Sarajevo del 2008, quando il primo evento organizzato dalla comunità LGBT bosniaca fu annullato a causa delle violenze perpetrate da estremisti di destra e wahabiti (sunniti ultraconservatori). A distanza di 11 anni da quel rigurgito di intolleranza che causò 15 feriti, Sarajevo ci ritenta. E vince la sua scommessa. Ma i livelli di discriminazione nei confronti degli omosessuali restano alti. I poliziotti per le strade erano più di 1.000, ossia la metà dei manifestanti. A testimoniare la tensione che si respirava, anche le istruzioni di sicurezza distribuite alla gente, tra cui il consiglio di «recarsi in un luogo sicuro dopo il Pride» e di «nascondere ogni segno di riconoscimento» sulla strada verso casa. Tante le voci scettiche che, fino a poco fa, sconsigliavano di celebrare la manifestazione. La Bosnia Erzegovina, invece, si è fatta trovare preparata. E, tra canti, musica e qualche lacrima di gioia, ha cominciato la sua marcia verso la tolleranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *