Sardegna, un uomo denuncia la scomparsa della figlia: la madre l’ha portata in Ucraina

Redazione
13/12/2023

Il padre della bambina di un anno e mezzo si è rivolto al tribunale. Il suo avvocato: «Spaventato per l'incolumità della piccola». La donna si sarebbe recata a Lutsk, nel Nord-Ovest del Paese.

Sardegna, un uomo denuncia la scomparsa della figlia: la madre l’ha portata in Ucraina

Un imprenditore dell’Alta Gallura, in Sardegna, ha denunciato la scomparsa della figlia. La bambina ha un anno e mezzo ed è nata in Italia, dall’uomo, d’origine sarda, e dalla madre, una donna ucraina. Quest’ultima avrebbe portato la figlia il 14 settembre scorso nella città di Lutsk, nell’Ucraina nordoccidentale. Si tratta di una città in cui nelle ultime settimane si sono intensificati i bombardamenti a causa del conflitto con la Russia. Da tre mesi il padre non ha notizie della bambina.

L’avvocato: «Il caso in mano all’Aia»

Salvatore Deiana, avvocato dell’uomo, ha dichiarato: «La scomparsa della figlia e l’ipotesi che la bambina si trovi in una città in guerra sotto i bombardamenti e gli attacchi dell’esercito russo, lo spaventa e preoccupa per la sua incolumità». Nei giorni scorsi si è tenuta un’udienza sul caso. L’ex moglie aveva già tentato la fuga dall’Italia in diverse occasioni, senza esserci riuscita fino al 14 settembre. Ora il Tribunale di Tempio Pausania ha emesso nei confronti della donna un’ordinanza in cui le viene intimato il rientro in Italia per riportare la bambina nel suo paese d’origine. Deiana ha concluso: «Attendiamo adesso gli esiti della procedura fatta tramite l’Autorità Centrale dell’Aia che si occupa di casi come questo di sottrazioni di minori portati all’estero».