Sarkozy: «Merkel e io difenderemo l’euro»

Redazione
28/01/2011

«Angela Merkel e io non lasceremo mai crollare l’euro». Lo ha dichiarato Nicolas Sarkozy al World economic forum (Wef) in...

Sarkozy: «Merkel e io difenderemo l’euro»

«Angela Merkel e io non lasceremo mai crollare l’euro». Lo ha dichiarato Nicolas Sarkozy al World economic forum (Wef) in corso a Davos, in Svizzera.
«Gli articoli allarmistici dei giornali sono passati, l’euro è rimasto», ha continuato il presidente francese, ricordando che «l’introduzione della moneta unica non è una questione semplicemente monetaria o economica, ma di identità: euro vuol dire Europa. Ed Europa vuol dire 60 anni di pace».
I RISCHI DEL 2011. Il capo dell’Eliseo ha infine citato i tre «grandi rischi» per l’economia mondiale nel 2011: debito sovrano, squilibri monetari e finanziari, grande volatilità delle materie prime, il cui aumento dei prezzi, secondo Sarkozy, è addebitabile alla mancanza di regole.
Prima di lui, anche Jean-Claude Trichet, presidente della Banca centrale europea, aveva difeso strenuamente la valuta comune: «L’euro non è in crisi, questo sia assolutamente chiaro», ha dichiarato il banchiere durante uno dei convegni, il 27 gennaio al vertice, «c’è un problema su alcuni stati firmatari, ma non sull’intera zona euro, e la missione della Bce è garantire la stabilità».