Cade l’inchiesta per usura sul ministro Paolo Savona

03 Agosto 2018 18.28
Like me!

Cade l'accusa per usura nei confronti del ministro Paolo Savona. La notizia di reato è semplicemente infondata: per questa ragione il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trani, Raffaele Morelli, ha archiviato l'inchiesta a carico di 62 ex o attuali figure apicali di Monte dei Paschi, Bnl, Unicredit e Popolare di Bari, ma anche di Banca d'Italia e Ministero del Tesoro, tra i quali anche anche l'attuale ministro delle Politiche Europee, Paolo Savona. I dirigenti bancari erano stati indagati per aver praticato, secondo l'accusa, tassi e interessi usurari sui finanziamenti concessi, dal 2005 al 2012, ad alcuni imprenditori. Si chiude così l'ennesima indagine capace di portare le luci della ribalta sulla procura di Trani, ma a prescindere come si è visto dal merito delle inchieste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *