Scalfari: «Tra Di Maio e Salvini preferisco Di Maio»

Redazione
06/03/2018

«Un tempo li consideravo uguali. Nel senso che non si votano. Perché erano al centro uno della chiusura e l'altro...

Scalfari: «Tra Di Maio e Salvini preferisco Di Maio»

«Un tempo li consideravo uguali. Nel senso che non si votano. Perché erano al centro uno della chiusura e l'altro del populismo, il movimento grillino. Oggi tra Salvini, che è quello di prima, e Di Maio che sembra radicalmente cambiato, sceglierei Di Maio»: così il fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari in un'intervista a Di Martedì. «Di Maio ha dimostrato», secondo Scalfari, «un'intelligenza politica notevole, perché di fatto il Movimento è diventato un partito. Lui addirittura ha steso la lista dei ministri e l'ha voluta portare al Quirinale». L'ex direttore aveva alzato un polverone quando a fine 2017 aveva dichiarato di preferire Silvio Berlusconi allo stesso Luigi Di Maio, che ora mette davanti al leader della Lega.

[mupvideo idp=”5654711311001″ vid=””]

«Facendo un'alleanza con il Pd», aggiunge, «non è che ci sono due partiti, diventa un unico partito, Di Maio è il grande partito della sinistra moderna. Allora la faccenda cambia, se lui diventa la sinistra italiana voterò per questo partito». Se , aggiunge, «questo partito (quello che nascerebbe dall'alleanza Pd-M5S, ndr) diventa un partito di maggioranza assoluta, Mattarella ha un governo che ha la maggioranza assoluta. Renzi ha detto no, ma Di Maio non parla di alleanza con Renzi ma di alleanza con il Partito Democratico». Ma al momento, conclude, «il Pd è in uno stato di abbattimento, l'abbattimento porta alla confusione. Il Pd è un partito confuso».