Molestie nelle Ong: si dimette il vicedirettore di Unicef

Molestie nelle Ong: si dimette il vicedirettore di Unicef

22 Febbraio 2018 17.27
Like me!

L'ex numero uno di Save The Children, Justin Forsyth, si è dimesso dall'attuale incarico di vicedirettore di Unicef dopo essere stato stato accusato di aver mandato in passato messaggi inappropriati a collaboratrici donne a margine dello scandalo sessuale che ha coinvolto in Gran Bretagna l'Oxfam e altre ong umanitarie.

SI ERA DIMESSO DA STC PER EVITARE LO SCANDALO. Il nome di Forsyth era stato tirato in ballo il 21 febbraio dalla stampa britannica. I giornali avevano scoperto che il funzionario aveva lasciato negli anni scorsi l'incarico di chief executive di Save The Children dopo essere stato accusato di «comportamento improprio» da alcune dipendenti donne della stessa ong. Messaggi allusivi inviati con il telefonino e commenti non opportuni sull'abbigliamento della colleghe dei quali egli si è alla fine scusato pubblicamente «senza riserve».

«NON VOGLIO DANNEGGIARE L'ONG». Ma che non hanno spento le polemiche. Di qui la decisione di Forsyth, divenuto nel frattempo vicedirettore esecutivo dell'Unicef, agenzia dell'Onu per la tutela dell'infanzia con sede a New York, di farsi da parte anche da questo incarico. «Non intendo danneggiare l'attività umanitaria dell'organizzazione a causa del mio passato», ha detto l'alto funzionario oggi, formalizzando le dimissioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *