Scholz: «Hamas senza l’Iran non avrebbe potuto attaccare»

Redazione
12/10/2023

Il cancelliere tedesco durante il suo intervento in parlamento a Berlino attacca anche l'autorità autonoma palestinese: «Dov'è la chiara condanna del presidente Mahmoud Abbas?». E su Israele: «L'Olocausto ci impone il dovere perenne di difenderlo».

Scholz: «Hamas senza l’Iran non avrebbe potuto attaccare»

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz in parlamento a Berlino nel corso del suo intervento ha commentato la guerra in Israele: «Finora non abbiamo prove tangibili che l’Iran abbia dato un sostegno concreto e operativo a questo vile attacco di Hamas. Ma è chiaro a tutti noi che senza il sostegno iraniano negli ultimi anni, Hamas non sarebbe stato in grado di compiere questi attacchi senza precedenti in territorio israeliano». Poi Scholz nella “dichiarazione di governo” ha aggiunto: «Dov’è la chiara condanna della violenza terroristica da parte dell’autorità autonoma palestinese e del suo presidente, Mahmoud Abbas? Io dico: il loro silenzio è vergognoso».

Scholz: «L’Olocausto ci impone di difendere lo Stato di Israele»

Quanto all’annuncio che Hamas sarà messo al bando in Germania, il cancelliere ha fatto riferimento a una manifestazione pro palestinese indetta sabato da Samidoun. «Un’associazione come Samidoun, i cui componenti festeggiano in strada i più brutali atti di terrore, sarà vietata in Germania. La nostra legge sulle associazioni è una spada affilata e noi, in quanto Stato forte e di diritto, la useremo in questo caso», ha aggiunto il cancelliere tedesco. Che ha poi affermato: «La nostra storia, la nostra responsabilità derivante dall’Olocausto, ci impone il dovere perenne di difendere l’esistenza e la sicurezza dello Stato di Israele». Poi il cancelliere ha concluso: «In questo momento, c’è un solo posto per la Germania: quello saldamente al fianco di Israele», la cui sicurezza è «la ragion di Stato della Germania».