Scommesse, Tonali indagato anche dalla Federcalcio inglese

Redazione
03/11/2023

A renderlo noto è stato il ds del Newcastle, Dan Ashworth, in conferenza stampa: «Per noi è stato uno shock enorme, ma prima di tutto Sandro è un essere umano. Tutti abbiamo fatto cose che non avremmo dovuto fare o di cui ci pentiamo». Il club inglese non esclude un’azione legale contro il Milan per il danno economico subito.

Scommesse, Tonali indagato anche dalla Federcalcio inglese

Dopo la squalifica comminatagli dalla Figc, Sandro Tonali è ora sotto indagine anche da parte della Federcalcio inglese, che – qualora rivelasse nuove irregolarità – potrebbe imporre ulteriori sanzioni all’ex centrocampista del Milan. A renderlo noto è stato il ds del Newcastle, Dan Ashworth, in conferenza stampa. «Se la FA sta indagando su una possibile violazione delle regole sulle scommesse? Loro sono pienamente consapevoli di tutto quello che sta succedendo, e noi stiamo collaborando. Su possibili squalifiche da parte della FA, non posso guardare al futuro, posso solo occuparmi del presente e dei fatti», sono state le parole di Ashworth.

«Il nostro primo obiettivo è prenderci cura di Sandro»

«Per noi è stato uno shock enorme, una sorpresa» – ha detto ancora il ds del Newcastle. «Viviamo per la prima volta questa situazione ma prima di tutto Sandro è un essere umano. Tutti abbiamo fatto cose che non avremmo dovuto fare o di cui ci pentiamo. Ora il nostro primo obiettivo è prenderci cura di Sandro e sostenerlo: probabilmente è più difficile per lui che per chiunque altro. Abbiamo un programma per sostenerlo e per fortuna può allenarsi con la squadra, il che è ottimo per il suo benessere mentale». Ashworth ha poi confermato che il Newcastle sta effettuando un’inchiesta interna sul trasferimento del giocatore: «È davvero difficile per me capire cosa sanno, o sapevano, o cosa no gli altri club. Tutto quello che possiamo fare è guardare alla nostra indagine interna».

“Possibile azione legale contro il Milan”

Mentre la federcalcio inglese vuole capire se Tonali abbia continuato a scommettere anche dopo il suo trasferimento a Newcastle, nonostante la sospensione per i prossimi dieci mesi, patteggiata con la Figc, Tonali per il momento continua ad allenarsi con la squadra. Una situazione riportata dall’Ansa e confermata dallo stesso direttore sportivo delle Magpies che non ha però escluso di voler intraprendere un’azione legale contro il Milan, per responsabilità oggettive, per il danno economico subito dal club inglese che la scorsa estate aveva pagato circa 60 milioni di euro per il giocatore.