Scontro Bondi-Fini sulla mozione di sfiducia

Redazione
15/12/2010

Il ministro dei beni culturali, Sandro Bondi, ha indirizzato una lettera al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in riferimento agli...

Scontro Bondi-Fini sulla mozione di sfiducia

Il ministro dei beni culturali, Sandro Bondi, ha indirizzato una lettera al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in riferimento agli articoli pubblicati da alcuni quotidiani e dalle agenzie di stampa che riferiscono di dichiarazioni pronunciate dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, che avrebbe discusso del voto di sfiducia di Futuro e Libertà nei suoi confronti.
Dopo breve è arrivata la replica di Fini, attraverso il suo portavoce Fabrizio Alfano: «Come noto, la mozione di sfiducia al Ministro Bondi è già da tempo nel calendario dei lavori della Camera dei deputati. L’orientamento di voto sulla medesima é rimessa alle valutazioni dei singoli gruppi parlamentari. Pertanto, il ministro, anziché rivolgersi al presidente della Repubblica, avrebbe potuto semplicemente chiedere a Fini la veridicità delle dichiarazioni al medesimo attribuite oggi da alcuni quotidiani e ne avrebbe ricavato una netta smentita».