Porte girevoli alla Segreteria di Stato vaticana

Altre due uscite. I numeri 'tre' Borgia e Camilleri promossi Nunzi da papa Francesco.

03 Settembre 2019 17.07
Like me!

Giro di poltrone alla Segreteria di Stato vaticana: l’assessore Paolo Borgia e il sottosegretario “agli Esteri” Antoine Camilleri sono stati promossi Nunzi ed elevati al rango di arcivescovo. Con loro è stato nominato anche un terzo ‘ambasciatore’: monsignor Paolo Rudelli, finora Osservatore permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo. La sede dei nuovi rappresentanti del papa all’estero sarà nota nelle prossime settimane. Quello che si sa è che la loro ordinazione episcopale sarà presieduta da papa Francesco nella Basilica di San Pietro a Roma il prossimo 4 ottobre. Si conclude un ciclo, spiegano fonti in Vaticano parlando delle prossime uscite dei cosiddetti ‘numeri tre’ della Terza Loggia. Uscite che seguono già quelle delle scorse settimane.

USCITE IN LINEA CON LE DECISIONI DI LUGLIO

Ad essere ridisegnata è in particolare la Prima Sezione, quella degli Affari Generali, guidata dall’arcivescovo venezuelano Edgar Pena Parra, nominato dal papa Sostituto, al posto del cardinale Angelo Becciu, esattamente un anno fa. Monsignor Pena Parra evidentemente sta costruendo la ‘sua’ squadra ridisegnando l’organigramma in accordo col cardinale segretario di Stato Pietro Parolin. In questo quadro sono attese anche le novità, che saranno contenute nella riforma della curia, che interesseranno in particolare proprio la Segreteria di Stato. Si parla di una figura nuova addetta ai rapporti multilaterali che affiancherebbe il tradizionale responsabile dei rapporti con gli Stati, incarico ricoperto finora proprio da Camilleri. Le due uscite annunciate sono in scia con le decisioni già formalizzate a fine luglio. Era stato promosso e spostato dalla Segreteria di Stato, lo scorso 26 luglio, monsignor Alberto Perlasca, responsabile dell’Ufficio Amministrativo della Segreteria di Stato dal 2009.

Francesco lo ha chiamato a rivestire il ruolo di promotore di giustizia sostituto presso il Supremo Tribunale della Segnatura apostolica. In quanto responsabile dell’ufficio amministrativo il monsignore gestiva tra l’altro l’Obolo di san Pietro, ovvero le offerte che vengono fatte al pontefice per le opere di carità. Al suo posto è salito ora un monsignore lituano. Altra uscita di rilievo recente è stata quella di mons. Carlo Maria Polvani, dal 2001 responsabile dell’Ufficio Informazione e Documentazione, la struttura che cura i rapporti giornalieri della Segreteria di Stato con il Dicastero per la Comunicazione, e dell’Ufficio Tecnico, sempre nella Sezione Affari Generali. Anch’egli il 26 luglio è stato nominato dal papa nuovo sottosegretario aggiunto del Pontificio Consiglio della Cultura. Polvani, tra l’altro nipote dell’ex Nunzio in Usa Carlo Maria Viganò, era stato sostituito da mons. Mauro Carlino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *