Senatore francese arrestato per il tentato stupro di una deputata

Redazione
17/11/2023

Joel Guerriau, del gruppo di centrodestra Les Independants, avrebbe drogato nella sua abitazione una parlamentare dell’Assemblée Nationale. Nel sangue della donna sono state trovate tracce di ecstasy.

Senatore francese arrestato per il tentato stupro di una deputata

Joel Guerriau, senatore francese del gruppo parlamentare di centrodestra Les Independants, è stato arrestato a Parigi perché sospettato di aver drogato una deputata allo scopo di stuprarla. La vittima si sarebbe sentita male dopo aver bevuto qualcosa nella casa del 66enne Guerriau: campioni di sangue hanno rivelato la presenza di ecstasy, è filtrato dalla procura della capitale transalpina. I fatti sarebbero avvenuti nella notte tra martedì 14 e mercoledì 15 novembre.

Il senatore francese Guerriau arrestato per il tentato stupro di una deputata, che avrebbe drogato in casa sua.
Joel Guerriau (Senat.fr).

Trovata ecstasy nell’ufficio e nella casa del senatore 

La procura ha spiegato all’Agence France-Presse che Guerriau è sospettato di «aver somministrato a una persona, contro la sua conoscenza, una sostanza che potrebbe alterare il suo discernimento o il controllo delle sue azioni al fine di commettere uno stupro o una violenza sessuale». L’Afp scrive che la donna che ha presentato la denuncia alla polizia è un membro della camera bassa del parlamento, l’Assemblée Nationale. Durante le perquisizioni nell’ufficio e nella casa del senatore gli investigatori hanno trovato ecstasy.

Il senatore francese Guerriau arrestato per il tentato stupro di una deputata, che avrebbe drogato in casa sua.
Palais du Luxembourg, sede del Senato francese (Getty Images).

Il legale: «Interpretazione indecente da parte dei media»

Banchiere di professione, eletto nel 2011, Joel Guerriau è segretario del Senato e vicepresidente della commissione per gli affari esteri, la difesa e le forze armate. Il suo avvocato ha dichiarato che la realtà dei fatti è «molto lontana dall’interpretazione indecente che si può dedurre dai primi articoli dei media», dicendosi «indignato nel vedere che sulla stampa si trovano elementi dell’indagine».