Come la sentenza su Rixi può far esplodere i rapporti Lega-M5s

Marcello Pirovano

Come la sentenza su Rixi può far esplodere i rapporti Lega-M5s

Il 30 maggio il giudizio sulle spese pazze contestate al viceministro leghista. Il Carroccio: «Resta al suo posto anche in caso di condanna». Buffagni: «Salta il contratto di governo».

28 Maggio 2019 15.54
Like me!

Un altro caso di giustizia è pronto a infiammare i rapporti tra Lega Movimento 5 stelle. Giovedì 30 maggio 2019 è attesa la sentenza di primo grado del tribunale di Genova sulle “spese pazze” contestate al viceministro ai Trasporti, il leghista Edoardo Rixi: i fatti si riferiscono ai tempi della Regione Liguria, nel periodo compreso tra il 2010 e il 2012, quando Rixi era consigliere e avrebbe “sperperato” i fondi dei gruppi regionali. E se dovesse essere condannato? Il Carroccio ha fatto quadrato, stando alle parole del capogruppo al Senato Massimiliano Romeo: «Intanto ci auguriamo qualcosa di positivo, dovesse arrivare qualcosa di diverso abbiamo già detto che Rixi sta al suo posto. La Lega ha deciso».

SALVINI: «I GIUDICI FACCIANO IL LORO LAVORO»

Il problema è che il M5s ha già annunciato una richiesta di dimissioni. Rischia dunque di riproporsi il braccio di ferro che ha segnato la cacciata di Armando Siri, il sottosegretario leghista ai Trasporti indagato per corruzione. Anche se adesso i grillini sono in una posizione di debolezza dopo il risultato delle elezioni europee 2019 che hanno rafforzato Matteo Salvini negli equilibri di potere all’interno dell’alleanza di governo. Il vicepremier e ministro dell’Interno sulla vicenda intanto ha preso tempo: «Non parlo del domani, parlo dell’oggi, lasciamo che i giudici facciano il loro lavoro».

BUFFAGNI: «LA LEGA VUOLE FAR SALTARE IL CONTRATTO?»

Il sottosegretario agli Affari Regionali Stefano Buffagni, braccio destro di Luigi Di Maio, parlando a palazzo Pirelli ha rilanciato: «Sono da sempre garantista e mi auguro che Rixi venga assolto. Se, però, questo non dovesse accadere voglio ricordare ai nostri alleati che c’è un contratto di governo da rispettare dove c’è scritto chiaramente cosa si deve fare. Se non lo vogliono rispettare e farlo saltare lo dicano chiaramente e se ne assumano la piena responsabilità».

RIXI: «INAMMISSIBILE QUELLO CHE HANNO FATTO A SIRI»

Il diretto interssato, Rixi, ha invece parlato a Il Messaggero e a La Stampa: «Farò ciò che dice Salvini e sono pronto a lasciare. Inammissibile è quello che i grillini hanno fatto a Siri: l’hanno dimissionato senza neppure un avviso di garanzia». Di certo però non ha fatto nulla per rasserenare gli animi tra i gialloverdi, visto che ha aggiunto: «Il rapporto di fiducia si è pesantemente incrinato. Per provare a risalire la china, i grillini hanno sacrificato rapporti umani e progetti costruiti insieme. Visti i risultati, gli è convenuto aggredirci in quel modo? Credo di no. Alla fine sono riusciti ad avvantaggiare solo il Partito democratico. La gente non apprezza chi spara sul vicino di banco. Sono convinto che molti voti che sono arrivati a noi erano in funzione anti-M5s».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *