Il testo di "Senza farlo apposta" di Shade e Federica Carta

Il testo di “Senza farlo apposta” di Shade e Federica Carta

05 Febbraio 2019 16.31
Like me!

Senza farlo apposta è il brano che Shade e Federica Carta hanno presentato al 69esimo Festival di Sanremo. Una coppia di giovani cantanti che hanno già collaborato nel 2018 lanciando il brano disco di platino Irraggiungibile. Senza farlo apposta è una canzone scritta dallo stesso Shade in collaborazione con Jacopo Ettorre, su musiche di Giacomo Roggia. Come in un bel gioco di parole tipico di Shade, che ha visto iniziare la sua carriera vincendo l’Mtv Spit a colpi di freestyle, in Senza farlo apposta torna a cantare con Federica Carta per parlare d’amore.

LEGGI ANCHE: Tutti i cantanti in gara al Festival

Di rapporti dove uno dei due non è raggiungibile, ma l’altro non si rassegna. Un amore non corrisposto dove lei fa soffrire inevitabilmente lui che ritorna sempre perché spera in una risposta. Sia per lui, che per lei si tratta di una prima volta a Sanremo. Il brano, in pieno stile sanremese, rappresenta un più ampio desiderio di smarcarsi dalle etichette di rapper per lui e di “vincitrice di Amici" per lei.

LEGGI ANCHE: Le pagelle dei testi in gara a Sanremo 2019

IL TESTO DI SENZA FARLO APPOSTA DI SHADE E FEDERICA CARTA

A volte dirsi ti amo
È più finto di un «dai ci sentiamo»
Ho il tuo numero ma non ti chiamo
A te fa bene, a me fa strano
Che parli con me ma non sono qui
E non ci credo ai tuoi «fidati»
Prima facevi monologhi
Ora parli a monosillabi
E ti sei messa quei tacchi
Per ballare sopra al mio cuore
Da quando hai buttato le Barbie
Per giocare con le persone
Dicono che non capisci il valore
Di qualcuno fino a quando non l’hai perso
Tu non capiresti lo stesso
Quindi non dirlo nemmeno per scherzo
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
E ti ho detto ti amo
Non eri il regalo che immaginavo
Noi piano piano ci roviniamo
Dammi il mio panico quotidiano
Quando ti vedo con gli altri
Tu non sai quanto vorrei essere via
Sei troppo bella per essere vera
Ma anche troppo bella per essere mia
E io ho finito l’autonomia
Per sopportare ogni tua bugia
Se avessi modo dentro la testa
Cancellerei la cronologia
E non so quanto sbagliato sia
Fingere di essere un bravo attore
È ora che io me ne vada via
Scomparirò in un soffio al cuore
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
Scusa ma, non ci riesco mi hai lasciato un po’ di te
Ma hai preso tutto il resto
E sono qui stasera, ancora un’altra volta
Che c’è la luna piena, ma tu hai la luna storta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *