Sicilia, Sgarbi si dimette da assessore ai Beni culturali

Redazione
27/03/2018

«Consegno oggi la lettera di dimissioni al mio capo di gabinetto, non voglio avere alcun rapporto con Musumeci che è...

Sicilia, Sgarbi si dimette da assessore ai Beni culturali

«Consegno oggi la lettera di dimissioni al mio capo di gabinetto, non voglio avere alcun rapporto con Musumeci che è un gran maleducato». Così Vittorio Sgarbi ha annunciato le sue dimissioni da assessore ai Beni culturali in Sicilia.

SMS SENZA RISPOSTA. Il critico d'arte ha poi aggiunto: «Ogni rapporto politico e umano con Musumeci è interrotto definitivamente, non ho intenzione di parlare con lui dopo che non ha risposto al mio invito». Sgarbi ha mostrato ai cronisti i messaggi che ha inviato dal suo telefonino al presidente della Regione, per invitarlo all'incontro con i finanziatori interessati al progetto del tempio G di Selinunte. Tre sms ai quali Musumeci non ha risposto. Nell'ultimo sms Sgarbi ha scritto: «La tua maleducazione resterà nella mia memoria»

L'INDICAZIONE DEL SUCCESSORE. «Passerò le consegne a Sebastiano Tusa entro Pasqua», ha quindi precisato Sgarbi, «è questo il nome del mio successore che ho concordato con Gianfranco Miccichè. Spero sia lui ovviamente il nuovo assessore ai Beni culturali».

LA MOSTRA A PALAZZO DEI NORMANNI. Sgarbi ha parlato con i giornalisti a Palazzo dei Normanni, dove ha visitato la mostra Sicilia pittura fiamminga organizzata dalla Fondazione Federico II, che sarà inaugurata nel pomeriggio nella sala Duca di Montalto.

[mupvideo idp=”5751113309001″ vid=””]