Cosa sappiamo della mozione Lega M5s sulle riserve auree

Cosa sappiamo della mozione Lega M5s sulle riserve auree

30 Marzo 2019 14.28
Like me!

Claudio Borghi aveva insistito sul tema al punto da ricevere una risposta secca dal governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco. E sul tema era intervenuto persino il presidente della Bce Mario Draghi. Ma Movimento 5 Stelle e Lega continuano a chiedere una definizione dell'assetto «della proprietà delle riserve auree detenute dalla Banca d'Italia nel rispetto della normativa europea» e di «acquisire le notizie» su quelle detenute all'estero e sulle «modalità per l'eventuale loro rimpatrio». E questa volta lo hanno fatto ufficialmente presentando una mozione di maggioranza a firma di Alberto Bagnai (Lega) e Laura Bottici (M5S). La mozione sarà votata in Aula mercoledì 3 aprile. Depositata anche una mozione analoga di Fdi e una di segno opposto del Pd.

LEGGI ANCHE: Visco risponde a Borghi che l'oro di Bankitalia non si tocca

Ma mentre la maggioranza di governo chiede appunto di arrivare a precisare di chi sia la proprietà di quello che oramai è conosciuto come l'oro di Bankitalia, la mozione di Fratelli d'Italia chiede che il governo con una norma «ribadisca, in maniera esplicita, che le riserve auree sono di proprietà dello Stato italiano». Sullo stesso argomento ha presentato una mozione anche il Pd, per ribadire però, l'autonomia della gestione di via Nazionale: nel testo si chiede tra l'altro di «escludere l'adozione di qualsiasi intervento volto a ridurre la disponibilità di risorse auree detenute dalla Banca d'Italia per iniziative volte a ridurre il debito pubblico, il deficit o per sostenere altri interventi, i cui costi di sistema sarebbero ben superiori ai benefici attesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *