Siria, sui curdi si accende lo scontro Francia-Turchia

Redazione
30/03/2018

Il presunto invio di soldati in Siria a protezione dei curdi da parte della Francia diventa un caso, scatenando le...

Siria, sui curdi si accende lo scontro Francia-Turchia

Il presunto invio di soldati in Siria a protezione dei curdi da parte della Francia diventa un caso, scatenando le ire della Turchia, contraria anche a ogni tentativo di mediazione. Il possibile coinvolgimento di un contingente transalpino era stato ipotizzato da una delegazione delle Forze democratiche siriane (Sdf), ricevuta all'Eliseo, dal presidente Emmanuel Macron, che avrebbe assicurato agli interlocutori «il sostegno della Francia». Al termine dell'incontro, una dei rappresentanti curdi, Asiya Abdellah, ha annunciato che la Francia invierebbe soldati a Manbij, prossima città che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan minaccia di attaccare a Nord della Siria e in cui sono già presenti le forze americane.

DALL'ELISEO ARRIVA LA SMENTITA. L'Eliseo, tuttavia, non ha confermato questo scenario, spiegando che la Francia non prevede nuove operazioni militari nel Nord della Siria al di fuori della coalizione internazionale contro l'Isis. La Turchia, da parte sua, aveva già fatto sentire la propria voce. «I Paesi che vediamo come alleati e amici dovrebbero mostrare una posizione chiara conto tutti i tipi di terrorismo e non compiere passi che legittimano i gruppi terroristici», aveva detto Ibrahim Kalin, portavoce del presidente Recep Tayyip Erdogan, respingendo anche ogni ipotesi di mediazione francese.

ERDOGAN ATTACCA MACRON. Di lì a poco Erdogan aveva attaccato Macron per la sua proposta di mediazione tra la Turchia e i curdi siriani. In un discorso ad Ankara ai membri del suo Akp, il leader turco ha criticato l'offerta giunta da Parigi, sostenendo che questa iniziativa va «molto al di là dei limiti». «Voi potete sedervi a un tavolo con un'organizzazione terroristica, ma la Turchia la combatte come ha fatto ad Afrin», ha aggiunto Erdogan.

[mupvideo idp=”5754066022001″ vid=””]