Škoda, 2010 da primato

Redazione
19/01/2011

Il 2010, un anno da record per Škoda: l’azienda ceca ha infatti consegnato nel mondo 762.600 auto superando per la...

Škoda, 2010 da primato

Il 2010, un anno da record per Škoda: l’azienda ceca ha infatti consegnato nel mondo 762.600 auto superando per la prima volta le 750 mila unità con un incremento dell’11,5% (erano state 684.200 nel 2009). Ottime le prestazioni di Octavia, il modello preferito dai clienti, ma bene anche Yeti e Superb Wagon. Škoda è inoltre cresciuta in nuovi mercati come Cina, Russia e India. In casa, nel mercato ceco, l’azienda ha mantenuto la posizione di leadership portando la sua quota di mercato dal 33,4% al 34,5% vendendo 58 mila vetture contro le 56.500 del 2009; ma positivi sono stati gli andamenti anche in altri mercati europei: in Italia sono state 14.759 le vetture vendute con un incremento del 5,62% rispetto all’anno precedente, in controtendenza rispetto al difficile periodo italiano.
CRESCITA GLOBALE. Nuovo record di vendite in Gran Bretagna con 41.600 auto, +15,6% sul 2009 e quota di mercato al 2,1%. Nei Paesi Bassi, la crescita è stata del 77,2%, con 15.400 vetture vendute. In Irlanda, Grecia e Norvegia, per la prima volta si è andati oltre il 5% del mercato totale.
Crescite anche in Europa Centrale e Orientale: Ucraina +17,1%, Slovenia +15,9%, Estonia +18,7% e Serbia +18,7. In Ungheria si è raggiunta la quota di mercato record del 10,6%, in Estonia del 14,4%. Si diceva dei mercati emergenti: in Cina Škoda ha venduto 180.500 euro (+47,3%), in Russia 45.600 (+38,1%), in India 20 mila (+37,7%). Miglioramenti importanti anche nei Paesi in via di sviluppo come Israele (+54,2%), Australia (+31,8%) e Algeria (+16,6%).
Analizzando il numero di vetture consegnate nel mondo per singolo modello rispetto al 2009, abbiamo: Octavia (318.900 unità, +16,6%), Fabia (229.000 unità, -13,3%), Superb (98.900 unità, +121,9%), Yeti (52.600 unità), Roomster (32.300 unità, -31,4%), Octavia Tour (30.900 unità, -29,5%).