Snam, insediato il nuovo cda: Dal Fabbro presidente e Alverà confermato ad

Snam, insediato il nuovo cda: Dal Fabbro presidente e Alverà confermato ad

02 Aprile 2019 13.47
Like me!

L'assemblea degli azionisti di Snam il 2 aprile ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione presieduto da Luca Dal Fabbro, che subentra a Carlo Malacarne. In programma la prima riunione del nuovo cda con la conferma di Marco Alverà come amministratore delegato. In assise si è presentato l’azionista Romano Minozzi che ha incrementato la propria quota in Snam dal 6,02% al 6,62%. Minozzi ha espresso parole di apprezzamento per la conduzione dell’azienda e per la nomina dei vertici, dicendosi «soddisfatto» del «buon investimento» e apprezzando la «lista dei consiglieri affidabili e competenti nominata dalla Cdp con il presidente Luca Dal Fabbro, dotato di grande cultura e senso manageriale, e la conferma dell'amministratore delegato Marco Alverà». Minozzi ha anche annunciato di voler «incrementare senz’altro» le sue azioni, oggi vicine al 7%. Stabili le quote della Cdp al 30,37%, di Blackrock (4,99%) e di Lazard Asset Management (4,95%).

LEGGI ANCHE: Da Snam la prima fornitura in Europa di idrogeno misto a gas

​«Il 2019 è iniziato bene», ha dichiarato Alverà. «Confermiamo gli obiettivi dati al mercato», ha aggiunto. «Il rapporto Debito/Rab resta costante nonostante l'aumento dei dividendi e gli investimenti». Alverà ha poi ribadito le linee strategiche del gruppo, sempre più focalizzato su rinnovabili e innovazione. «Abbiamo investito nel settore dell’efficienza energetica con l’acquisizione del controllo di Tep Energy Solution», ha spiegato il manager secondo il quale «gli studi sulla tecnologia power-to-gas e sull'idrogeno, tra cui la sperimentazione avviata il primo aprile in provincia di Salerno, integrano e arricchiscono lo sviluppo dei nuovi business». La Snam del futuro, ha concluso, sarà «leader nelle rinnovabili, ad alto profilo tecnologico e sempre più interconnessa con il territorio». A questo proposito è stato citato il programma di innovazione Snamtec, che comprende investimenti dedicati per «oltre 850 milioni di euro nel corso del piano al 2022».

IL SALUTO DEL PRESIDENTE USCENTE MALACARNE

In conclusione è arrivato il saluto e il ringraziamento di Carlo Malacarne, presidente uscente di Snam dopo 40 anni in azienda, di cui 10 da amministratore delegato e tre presidente. «Abbiamo raggiunto grandi risultati grazie a un intenso lavoro di squadra», ha detto. Del nuovo consiglio, oltre al presidente Luca Dal Fabbro e all'amministratore delegato Marco Alverà, fanno parte Laura Cavatorta, Francesco Gori, Antonio Marano, Francesca Pace, Rita Rolli e Alessandro Tonetti. Quanto all'ex-presidente Carlo Malacarne, il suo nome compare nella lista di Edizione per il Cda di Atlantia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *