Societé Générale, condannato Kerviel

Redazione
05/10/2010

Jerome Kerviel, 33 anni, ex trader della banca francese Societé Générale, il 5 ottobre è stato condannato dal tribunale di...

Societé Générale, condannato Kerviel

Jerome Kerviel, 33 anni, ex trader della banca francese Societé Générale, il 5 ottobre è stato condannato dal tribunale di Parigi a cinque anni di carcere (tre da scontare senza condizionale) e a pagare un risarcimento choc di 4,9 miliardi di euro. Oltre che a saldare una multa di 375 mila euro.
La sentenza è arrivata, senza troppe sorprese, da un tribunale parigino, che lo ha ritenuto colpevole di abuso di fiducia, falso e abuso informatico per il suo ruolo nello scandalo che ha portato la banca francese a perdere, nel 2008, quasi cinque miliardi di euro.
«Un dovuto risarcimento morale», secondo l’avvocato di Societé Générale, visto che la Banca difficilmente incasserà l’astronomica cifra: con quanto guadagna ora come consulente informatico Kerviel salderebbe il debito solo tra 17 mila anni.
Ma il verdetto scagiona i vertici di Societé Générale: secondo i giudici, i capi del trader non diedero nemmeno un tacito assenso a speculare in modo eccessivo. Insomma, Kerviel fece tutto da solo, e consapevolmente. L’avvocato del consulente ha gridato a una sentenza «irrazionale e inaccettabile», e ha già preannunciato che ricorrerà in appello.
Il super-trader, dal canto suo, ha ammesso la colpevolezza solo per abuso informatico ribadendo più volte che i superiori erano a conoscenza delle sue operazioni.