Per la maggioranza alla Lega basta Fdi secondo YouTrend e Agi

I due partiti insieme potrebbero contare infatti su 353 seggi alla Camera e 181 al Senato. In questo caso il Pd otterrebbe 131 deputati e 61 senatori, il M5s rispettivamente 102 e 50 e Forza Italia 30 e 15.

09 Agosto 2019 12.44
Like me!

Basterebbe Fratelli d’Italia, basterebbe la mano tesa di Giorgia Meloni a Matteo Salvini per ottenere la maggioranza dei seggi alla Camera e al Senato secondo i sondaggi attuali e le proiezioni realizzate da YouTrend in collaborazione con Agi. I calcoli si basano sull’attuale legge elettorale e su una media di tutti i sondaggi che l’agenzia ha pubblicato il primo agosto e che vede la Lega al 36,8%, il Pd al 21,7%, M5s al 17,6%, Forza Italia al 7,3%; Fratelli d’Italia al 6,4%, +Europa al 2,9%, i Verdi al 2,3%; La Sinistra al 2%.

Le proiezioni di YouTrend sui seggi della Lega in base ai sondaggi

Con questi numeri la Lega conquisterebbe se si presentasse da sola alle elezioni 283 seggi alla Camera e 143 al Senato su un totale di rispettivamente 630 e 315. La maggioranza è fissata dunque a 316 e 158.

Le proiezioni di YouTrend sui seggi della Lega e di Fratelli d’Italia in base ai sondaggi

Al partito di Salvini basterebbe un’alleanza con Fratelli di Italia per avere una maggioranza ampia anche se minore dei due terzi. I due partiti insieme potrebbero contare infatti su 353 seggi alla Camera e 181 al Senato. In questo caso il Pd otterrebbe 131 deputati e 61 senatori, il M5s rispettivamente 102 e 50 e Forza Italia 30 e 15.

Le proiezioni di YouTrend sui seggi di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia in base ai sondaggi

Se invece, i partiti di centrodestra si presentassero alle elezioni con un’alleanza a tre: Lega – Forza Italia e Fratelli di Italia, la maggioranza crescerebbe a 416 seggi alla Camera e 210 al Senato. Una quota schiacciante. I dem avrebbero invece 119 seggi alla Camera e 57 al Senato e i grillini scenderebbero bel al di sotto di quota 100, eleggendo solo 81 deputati e 40 senatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *