Sondaggi politici, Atreju non aiuta FdI: scatto del M5s che guadagna quasi un punto

Redazione
22/12/2023

Il partito della premier scivola dello 0,1 per cento e ora è al 28,6. Distante il Pd, secondo e stabile al 19,2. I pentastellati in crescita dello 0,9 per cento a quota 16,5. Perde lo 0,6 per cento la Lega. Tutti i dati della Supermedia Agi/Youtrend.

Sondaggi politici, Atreju non aiuta FdI: scatto del M5s che guadagna quasi un punto

A pochi giorni dal Natale, la Supermedia Agi/Youtrend non premia Fratelli d’Italia. Nonostante i quattro giorni di Atreju, il partito della premier Giorgia Meloni ha ceduto lo 0,1 per cento e si attesta al 28,6, sempre al primo posto nelle intenzioni di voto degli italiani. Segue il Pd, ancora al secondo posto e stabile a quota 19,2 per cento.

Sondaggi politici, Atreju non aiuta FdI scatto del M5s che guadagna quasi un punto
Giorgia Meloni ad Atreju (Imagoeconomica).

Il Movimento 5 stelle continua a salire, male la Lega

Ora i dem guidati da Elly Schlein, però, vedono avvicinarsi sempre più il Movimento 5 stelle. Il partito di Giuseppe Conte ha guadagnato lo 0,9 per cento e ora è al 16,5. Un risultato che arriva proprio nella settimana in cui l’ex premier ha attaccato la presidente Meloni sul Mes, chiedendo anche il giurì d’onore. Va male, invece, la Lega. Il Carroccio ha perso lo 0,6 per cento ed è sceso nuovamente sotto alla soglie del 9. Ora il partito di Matteo Salvini è all’8,7 per cento. Quasi invariato, invece, Forza Italia, che tra i partiti maggiori è in quinta posizione, al 7,4 per cento, e con una variazione di -0,1 in una settimana.

Sondaggi politici, Atreju non aiuta FdI scatto del M5s che guadagna quasi un punto
Matteo Salvini (Imagoeconomica).

Crescono Azione e Avs

Tra i partiti minori, crescono sia Azione sia Verdi e Sinistra italiana. Il partito di Carlo Calenda è attualmente al 3,9 per cento, con un guadagno dello 0,1 per cento. Aumentato dello 0,2, invece, Avs, ora al 3,6 per cento. Stabile al 3,1 Italia Viva. Cala +Europa (-0,1), attualmente al 2,5 per cento. Italexit resta all’1,8, Unione Popolare scende all’1,3 e Noi Moderati all’1,1.