Sondaggi politici, FdI torna a salire e crescono anche Pd e M5s

Redazione
24/10/2023

Nella settimana della rottura con Andrea Giambruno, Giorgia Meloni guadagna consensi e prova a tornare ai livelli di qualche mese fa. Con lei crescono anche i dem e i pentastellati. Stabile la Lega. I dati elaborati da Swg per Tg La7.

Sondaggi politici, FdI torna a salire e crescono anche Pd e M5s

Fratelli d’Italia, Partito democratico e Movimento 5 stelle si godono una settimana di sondaggi positivi. Secondo i dati elaboratori da Swg per Tg La7, infatti, i primi tre partiti guadagnano consensi. Notizia positiva soprattutto per il gruppo di Giorgia Meloni. La premier, nella settimana della rottura con l’ormai ex compagno Andrea Giambruno, ha guadagnato lo 0,3 per cento ed è risalita al 28,7, nettamente avanti a tutti gli altri ma sempre sotto al 30 per cento. Il Pd di Elly Schlein insegue a quota 19,8 per cento, con una crescita dello 0,2 rispetto a sette giorni fa. I pentastellati di Giuseppe Conte, invece, con un +0,3 per cento toccano il 16,4 e staccano la Lega.

Lega stabile, giù Forza Italia, Azione e Avs

Proprio la Lega è l’unico dei partiti maggiori a restare stabile. Il Carroccio resta al 10,2 per cento nelle intenzioni di voto degli italiani. Male Forza Italia, che perde lo 0,1 e ora è al 6,3. Non ne approfitta Azione. Il partito di Carlo Calenda, infatti, è scivolato dal 4 al 3,9 per cento in sette giorni, perdendo terreno. E con esso anche Alleanza Verdi Sinistra italiana di Fratoianni e Bonelli, che è passato dal 3,6 al 3,5 per cento. La rottura del Terzo Polo, invece, porta nuovi consensi a Italia Viva. Matteo Renzi ha toccato quota 2,7 per cento, con un incremento dello 0,2 per cento rispetto alla scorsa settimana.

LEGGI ANCHEForza Italia dopo Berlusconi fa shopping dagli altri partiti sui territori

Sondaggi politici, FdI torna a salire e crescono anche Pd e M5s
Carlo Calenda (Imagoeconomica).

I partiti minori

Tra i partiti minori, Unione Popolare tocca l’1,5 percento guadagnando lo 0,1, la stessa percentuale persa da +Europa, ora al 2,4 per cento. L’Italia con Paragone scivola al 2,4 per cento (-0,2) mentre Noi Moderati resta stabile all’1 per cento.