Soros acquista il 7,85% del Manchester United

Redazione
21/08/2012

Il manager miliardario  George Soros ha acquistato il 7,85% del Manchester United, divenendone uno dei principali azionisti assieme alla famiglia...

Soros acquista il 7,85% del Manchester United

Il manager miliardario  George Soros ha acquistato il 7,85% del Manchester United, divenendone uno dei principali azionisti assieme alla famiglia Glazer, che ha deciso di quotare la squadra inglese a Wall Street nelle scorse settimane.
Il finanziere è tornato così a occuparsi di calcio dopo aver fallito l’acquisto della Roma nel 2008, mandando in fumo le speranze dei tifosi giallorossi che confidavano nell’arrivo del magnate per risollevare le sorti del club capitolino. L’accordo con la famiglia Sensi era sfumato, con Soros che si era defilato, optando per accantonare il dossier.
INVESTITI 43,4 MILIARDI. La quota nel club inglese è costata a Quantum Partners, la divisione investimento di Soros, 43,4 milioni di dollari.
Il Manchester United è sbarcato in Borsa a 14 dollari per azione e ha archiviato le contrattazioni  del 20 agosto  a 13,06 dollari, in calo del 6,7% rispetto all’offerta pubblica iniziale.
I Red Devils hanno raccolto con l’ipo 233 milioni di dollari, meno dei 330 milioni attesi. In ogni caso si è trattato di una cifra record, la maggiore per un club sportivo. La quotazione non ha infatti attirato l’interesse sperato, soprattutto da parte degli investitori istituzionali, non allettati dal fatto che i titoli non pagano dividendi. Il Manchester United si è quotato a Wall Street dopo aver tentato di sbarcare a Hong Kong e Singapore senza però attrarre una sufficiente domanda.