L'Italia che vota Salvini  e non si reputa sovranista

L’Italia che vota Salvini e non si reputa sovranista

15 Aprile 2019 08.10
Like me!

A due mesi dalle elezioni europee è forse presto per azzardare previsioni certe. Ma il fronte sovranista che agitava molti e che sembrava destinato a crescere a dismisura, con buona pace di Bruxelles, pare invece essersi in parte ridimensionato. O almeno è quanto emerge da alcune rilevazioni condotte nelle ultime ore e che sembrano avere alla base un denominatore comune.

GLI ITALIANI NON SI CONSIDERANO SOVRANISTI

L’istituto di ricerca Quorum-Youtrend, per il programma Il Confine di SkyTg24, ha infatti analizzato cosa pensano gli elettori dell’Europa e dell’appartenenza dell’Italia alla Ue e alla moneta unica, chiedendo loro se ritengano che il rallentamento economico del Paese sia imputabile al governo e per quali partiti voterebbero se si tenessero oggi le Europee. Tra le domande del sondaggio anche il quesito su quanti tra gli italiani si definirebbero sovranisti e quanti di destra. E proprio da questa rilevazione è emerso come l’85,2% degli italiani non si consideri tale, mentre soltanto il 14,8% si definirebbe così. Un dato che cozza, tuttavia, col gradimento crescente mostrato ancora una volta dagli ultimi sondaggi, nei confronti di Matteo Salvini, di gran lunga il leader politico più apprezzato dagli italiani. Una discrepanza di fronte alle quale solo il voto di maggio potrà fare chiarezza.

PER I SONDAGGI NON ARRIVEREBBERO AL 10% DEL PARLAMENTO UE

Più esplicita la rilevazione condotta da Swg per Il Messaggero e pubblicata il 15 aprile, che pone in evidenza un altro dato significativo. Se si sommano i risultati dei sondaggi sulle Europee si scopre, infatti, che i sovranisti non sfondano. Al momento, infatti, i partiti vicini a Salvini e Marine Le Pen sono accreditati di 67 seggi, vale a dire meno del 10% del futuro parlamento. Quasi 30 di questi seggi dovrebbero arrivare dall’Italia, con la Lega primo gruppo anche in Europa. Le intenzioni di voto dicono che la Lega è il primo partito italiano con il 31,8% seguito dal Partito democratico con il 22,1% e dal Movimento 5 stelle col 22%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *