Spagna, attentato anche a Cambrils: cosa sappiamo

Redazione
18/08/2017

Leggi gli ultimi aggiornamenti qui. Otto ore dopo l'attentato di Barcellona, con il suo carico tragico di 13 morti e...

Spagna, attentato anche a Cambrils: cosa sappiamo

Otto ore dopo l'attentato di Barcellona, con il suo carico tragico di 13 morti e un centinaio di feriti stimati, lo scenario stava per ripetersi nella notte a Cambrils, località turistica della costa a sud-ovest a 100 km della capitale catalana. Ne è convinta la polizia locale, che in un blitz ha ucciso cinque sospetti terroristi, confermando in un secondo momento che il gruppo aveva investito alcune persone con un'automobile. Ecco cosa sappiamo di questo secondo attacco.

1. Civili investiti con un'auto: un morto e sei feriti

Come a Barcellona anche a Cambrils i terroristi hanno investito un gruppo di persone con un'auto. Inizialmente la polizia aveva parlato di blitz per fermare possibili attacchi ma successivamente ha confermato che anche in questo caso gli attentatori hanno colpito dei passanti. Sette persone sono rimaste ferite e due sarebbero in gravi condizioni. Successivamente uno dei feriti più gravi, una donna, è morto per le ferite riportate nell'ospedale di Joan XXIII La polizia regionale della Catalogna aveva detto inizialmente di non poter dire come le sei persone fossero rimaste ferite.

[mupvideo idp=”5544531573001″ vid=””]

2. Cinque terroristi uccisi: avevano cinture esplosive finte

Nelle prime ore del 18 agosto le autorità ha riferito di aver compiuto un blitz nel comune spagnolo e che nelle operazioni erano morti quattro presunti terroristi. Successivamente le autorità hanno comunicato che è morto anche un quinto membro del gruppo per le ferite riportate. La polizia ha anche confermato che i cinque indossavano cinture esplosive che poi sono state riconosciute come finte. Secondo una fonte della polizia che ha parlato con il quotidiano La Vanguardia i cinque volevano fare un nuovo attentato a Barcellona.

3. I legami con l'attacco di Barcellona

Il ministro regionale degli Interni della Catalogna Joaquim Forn a radio RA C1 ha confermato che i fatti di Cambrils sono strettamente collegati a quanto successo sulle Ramblas a Barcellona. «L'attacco segue la stessa traccia. C'è' un collegamento» ha detto il ministro. Le indagini stanno anche cercando di verificare se vi sia un legame con un'esplosione che nella notte tra il 16 e 17 agosto ha ucciso una persona a Alcanar.