Spagna, raggiunto accordo tra Psoe e Junts per la fiducia a Pedro Sànchez

Redazione
09/11/2023

I socialisti incassano l'appoggio esterno del partito secessionista catalano per la formazione del nuovo governo. Tra le condizioni dell'intesa l'amnistia a favore degli indipendentisti. Vox e Popolari: «Golpe contro la Costituzione».

Spagna, raggiunto accordo tra Psoe e Junts per la fiducia a Pedro Sànchez

Il Partito socialista spagnolo ha incassato l’accordo con Junts per Catalunya di Carles Puigdemont: in cambio del decisivo appoggio esterno a il nuovo governo di Pedro Sàchez, sarà concessa l’amnistia per i dirigenti indipendentisti, in carcere o all’estero, che nel 2017 promossero il referendum per la secessione. A questo punto manca solo l’intesa con i nazionalisti baschi del Pnv. IL leader socialista potrebbe così ottenere la fiducia del parlamento già nella seconda settimana di novembre.

Scontri a Madrid contro l’amnistia

L’intesa tra Psoe e Junts arriva in un clima di tensione e scontri di piazza. Nei giorni scorsi in migliaia si sono dati appuntamento a Madrid sotto la sede nazionale del Partito socialista operaio spagnolo per protestare contro l’amnistia. Diversi i feriti e numerosi gli arresti negli scontri con la polizia, animati spesso da gruppi neofascisti. Sia l’estrema destra di Vox sia il Partito Popolare sono sul piede di guerra e accusano Sanchez di un «golpe» contro la Costituzione, ai danni dell’unità della Spagna.

Spagna, raggiunto accordo tra Psoe e Junts per la fiducia a Pedro Sànchez
Un manifestante fa il saluto fascista durante le proteste sotto alla sede del Partito socialista (Getty Images).